TV PLAY | Terremoto Juventus, l’annuncio: “Rischi e possibili sanzioni”

Cosa rischia la Juventus? A rispondere ci pensa Valerio Piccioni, giornalista de La Gazzetta dello Sport

Intervenuto a Calciomercato.it in onda su Tv Playil giornalista della Gazzetta dello Sport, Valerio Piccioni, fa il punto sui possibili scenari sull’immediato futuro della Juventus.

Valerio Piccioni a TvPlay

“Siamo di fronte ad una vicenda che ha una sua giurisprudenza” ha spiegato Valerio Piccioni, soffermandosi – in particolar modo – sul tema delle plusvalenze. La giustizia sportiva, secondo Piccioni, ha “sempre sbattuto contro un muro” in riferimento all’inchiesta. “Penso di poter dire che una riapertura del processo dopo due assoluzioni sia possibile soltanto nel caso della presenza di un’intercettazione talmente esplicita da convincere a riaprire il processo”.

Secondo Piccioni, dunque, l’aspetto più rischioso per la Juventus è quello relativo alla manovra stipendi perché qui le carte sembrano molte in tavola e in effetti quello esporrebbe la Juventus a dei rischi e delle sanzioni, che non produrrebbero dei scenari catastrofici come quelli sono previsti per una squadra che ha cambiato le carte in tavola per iscriversi al campionato”. 

Andrea Agnelli ©LaPresse

Terremoto Juventus, cosa rischia il club bianconero

Nelle scorse ore il club bianconero ha pubblicato un nuovo comunicato per cercare di “cambiare un po’ la narrazione. Credo sia lecito che la Juventus voglia difendersi, per quanto riguarda la giustizia sportiva abbiamo un quadro in divenire, è difficile fare punto e a capo”. Dunque, ci sono “due filoni, uno parcheggiato in soffitta che è la questione plusvalenza, e l’altro che riguarda quello del monte ingaggi”.

Secondo Piccioni c’è una ipotesi “catastrofica”, ma allo stesso tempo “del tutto improbabile”. Ovvero “che che si vada ad accertare il fatto che queste irregolarità gestionali hanno dato la possibilità alla Juventus si iscrivesse al campionato di Serie A”. Sullo sfondo, le ipotesi multa o penalizzazione: “Nella prima ipotesi multa e uno o più punti di penalizzazione, nella seconda direttamente tanti punti di penalizzazione. Se tolgo tre punti ma non sposto le circostanze che possono essere chiamate in causa, io questi non te li tolgo in questa stagione ma te li tolgo nella prossima”.