Caos Juventus, ufficiale: anche l’Uefa apre un’inchiesta

Il caos legato al caso plusvalenze nella Juventus si allarga anche all’Uefa: arriva il comunicato ufficiale sull’apertura dell’inchiesta

In casa Juventus la questione sembra aggravarsi ulteriormente. Pochi giorni fa è arrivata la notizia a sorpresa delle dimissioni del presidente Andrea Agnelli e dell’intero consiglio d’amministrazione, cosa che ha ovviamente scosso l’intero mondo bianconero.  Continua l’inchiesta Prisma legata alle plusvalenze della Juventus e al bilancio che potrebbe essere stato modificato dai bianconeri.

Andrea Agnelli con Nedved e Arrivabene
Andrea Agnelli © LaPresse

La questione oggi sembrerebbe allargarsi e aggravarsi ulteriormente. Infatti in questi minuti è arrivato il comunicato ufficiale dell’Uefa. “La prima camera del CFCB ha aperto oggi una indagine ufficiale nei confronti della Juventus FC per potenziali violazioni delle norme sulle licenze per club e sul Fair Play Finanziario”.

Juventus, inchiesta ufficiale dell’Uefa: “Diritto di intraprendere azione legale”

Andrea Agnelli ©LaPresse

Si complica ulteriormente la situazione in casa Juventus. L’Uefa ha infatti deciso di aprire un’inchiesta nei confronti del club bianconero dopo quanto emerso negli ultimi giorni. Nel comunicato ufficiale pubblicato oggi l’Uefa parla anche di diritto di procedere per azioni legali. Il comunicato recita:

“In data 23 agosto 2022, la Prima Sezione CFCB ha concluso un accordo con Juventus FC. Il presente accordo transattivo è stato concluso sulla base delle informazioni finanziarie precedentemente presentate dalla Società relative agli esercizi chiusi nel 2018, 2019, 2020, 2021 e 2022” – Poi continua parlando di possibili azioni legali – “Nel caso in cui, dopo la conclusione di questa indagine, la situazione finanziaria del club fosse significativamente diversa da quella valutata dalla Prima Sezione CFCB al momento della conclusione dell’accordo transattivo, o se emergessero o venissero a conoscenza fatti nuovi e sostanziali, la Prima Sezione CFCB si riserva il diritto di rescindere l’accordo transattivo, intraprendere qualsiasi azione legale ritenuta opportuna”. Una parte fondamentale del comunicato che dunque attende novità dalle indagini per capire se revocare o meno l’accordo con la Juventus e se agire per vie legali.