Il mondo del calcio piange la scomparsa di un noto giornalista: che dolore

Arman Soldin era un giovane e brillante giornalista, morto mentre lavorava in Ucraina. Ma aveva anche un solido legame col mondo del calcio

Nell’ultimo anno il mondo del calcio è stato purtroppo spesso interessato dalle notizie sulla guerra in Ucraina, e questa non fa eccezione. Stavolta non si tratta di calciatori che manifestano la loro vicinanza alla causa di Kiev contro l’invasione russa, ma di una tragica morte. Stiamo parlando di quella di Arman Soldin, di professione giornalista e inviato sul terreno del conflitto dell’agenzia francese AFP. La notizia della sua morte sotto i bombardamenti è arrivata il 9 maggio e ha subito rivelato un inatteso legame col calcio.

Arman Soldin, morto in Ucraina il giornalista ed ex calciatore
Lutto nel mondo del calcio (LaPresse) – Calciomercatonews.com

Soldin era nato nel 1991 a Sarajevo, in Bosnia, in mezzo a un’altra guerra. Quando aveva circa un anno, la sua famiglia era riuscita a rifugiarsi in Francia, dove lui era cresciuto. Nonostante la giovane età si era subito messo in luce come un brillante giornalista, e nel 2015 era entrato a lavorare per AFP nella sede di Roma. In breve si era specializzato in servizi sui migranti di Lampedusa, e il suo lavoro era stato particolarmente apprezzato valendogli un trasferimento alla prestigiosa sede di Londra. Nel 2020 era poi tornato a Roma.

La guerra in Ucraina era divenuta il suo nuovo campo d’azione. All’inizio dell’invasione russa, nel febbraio 2022, Arman Soldin si offrì volontario per essere tra i primi inviati speciali nel conflitto. Lavorando in prima linea aveva riportato diversi video registrati col suo cellulare mostrando la realtà della guerra. Il 9 maggio è rimasto ucciso durante un bombardamento russo sulla città di Chasiv Yar, a pochi chilometri da Bakhmut, alle 15.30 ora italiana.

Arman Soldin, il giornalista morto in Ucraina con la passione del calcio

Ma la sua storia, come anticipato, ha anche un legame col calcio. Soldin è stato infatti un giovane calciatore, militando nelle giovanili del Rennes tra il 2006 e il 2008. È stato proprio il club transalpino a ricordarlo sui social, ricevuta la notizia della sua morte. “È con grande tristezza che lo Stade Rennais ha appreso della scomparsa di Arman Soldin, che ha perso la vita in Ucraina, mentre esercitava la sua professione di giornalista e reporter”.

Arman Soldin, morto in Ucraina il giornalista ed ex calciatore
Arman Soldin in Ucraina (Instagram) – Calciomercatonews.com

Tifoso del Rennes, Arman Soldin di recente aveva iniziato anche a fare l’opinionista sportivo. Dal 2021 parlava di calcio intervenendo sulla rete francese Canal+ parlando di Premier League e delle competizioni UEFA. In particolare era stato ospite in programmi sulla Supercoppa europea e sui recenti Europei di calcio femminile. “Tutto il club porge le sue più sincere condoglianze alla famiglia di Arman e ai suoi cari” ha concluso il Rennes con il suo messaggio.