Home News Di Marzio: “Da Maradona a CR7, vi racconto i giocatori che ho...

Di Marzio: “Da Maradona a CR7, vi racconto i giocatori che ho scoperto”

CONDIVIDI
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Gianni Di Marzio, ex allenatore del Napoli e opinionista sportivo, ha parlato in esclusiva ai microfoni di calciomercato.it  dando un giudizio completo sulla Serie A: “La Juventus è una squadra fortissima, sicuramente due/tre volte migliore delle sue avversarie ma il campionato non è ancora finito. Siamo solo alla decima giornata, possono succedere ancora moltissime cose, il Napoli e l’Inter hanno dimostrato di essere due grandissime squadre. Occhio anche al Milan”. Gianni Di Marzio ha parlato anche della squadra rossonera allenata da Gattuso: “Il Milan è una squadra con dei valori assoluti. Gonzalo Higuain, Suso, Biglia per citarne alcuni, sono dei giocatori di livello mondiale. Inoltre i rossoneri hanno anche il blasone e la tradizione dalla loro parte, un conto è affrontare una squadra normale un conto trovarsi di fronte il Milan, è sempre un club difficile da battere. Ora è in ripresa, vediamo”.

Di Marzio, da Cristiano Ronaldo a Maradona

L’ex tecnico azzurro ha detto la sua sui primi mesi di Ancelotti alla guida del Napoli: “Ancelotti al Napoli è un colpo anche in prospettiva per dare vita ad un nuovo progetto. Con Carlo giocano molti più giocatori che prima con Sarri non vedevano il campo, i giovani vengono valorizzati”. Poi ha aggiunto, infine, un commento su Diego Armando Maradona, che ieri ha festeggiato 58 anni: “Gli ho fatto i miei auguri attraverso il suo procuratore perchè la differenza di fuso orario con il Messico complica un po’ le cose (ride, ndr). A parte gli scherzi, Diego è una persona fantastica, con me è stato sempre eccezionale e io gli sono grato per essersi lasciato scoprire da me quando aveva 16 anni. Maradona avrebbe potuto giocare almeno fino a 50 anni, è una divinità del calcio. Il suo unico problema è che è stato prigioniero della sua notorietà, che in alcuni casi lo ha limitato. Ripeto, sono davvero felice di averlo scoperto come giocatore, come ho fatto anche con altri: Cristiano Ronaldo, Messi, Aguero, Mascherano fra i tanti”.