Home Mercato Juventus, Ronaldo e Pjanic intoccabili. Ecco le gerarchie di Sarri

Juventus, Ronaldo e Pjanic intoccabili. Ecco le gerarchie di Sarri

CONDIVIDI

Sarri raccoglie la pesante eredità di Allegri alla Juventus. Il nuovo allenatore avrà il compito non facile di gestire tanti campioni. Pochi sono sicuri del posto.

Ronaldo e Pjanic Juventus
Ronaldo e Pjanic Juventus

Lo sbarco in bianconero rappresenta l’occasione della vita. Il neo tecnico ne è consapevole, ma allo stesso tempo sa che il compito sarà tutt’altro che facile. Intanto perché la Juventus è reduce da 8 anni di successi e confermarsi non è mai cosa semplice. Poi la rosa. Mai Sarri ha avuto a disposizione un numero così elevato e qualitativamente forte di giocatori. Quali siano le sue scelte, più di qualche big dovrà restare in panchina. La gestione sarà la vera sfida dell’ex Chelsea. Ipotizzare le gerarchie non è cosa in casa bianconera. Il primo degli intoccabili, cosa scontata, è Ronaldo. L’altro nome è quello di Pjanic, attorno al quale l’allenatore farò ruotare il gioco. “Voglio che tocchi 150 palloni a partita”, le sue parole. Così come, malgrado il ritorno di Buffon, Szczesny è sicuro del suo posto tra i pali.

In realtà anche capitan Chiellini è inamovibile, condizioni fisiche permettendo. Difficile immaginare de Ligt in panchina visto il costo del suo cartellino, ma Bonucci è sicuramente un rivale importante per il centro della difesa. Atteso dalla stagione dell’esplosione Rugani, come noto pupillo dell’allenatore ai tempi dell’Empoli. Ai lati, con Cancelo probabile partente, De Sciglio potrebbe scalare posizioni, con Cuadrado possibile adattato. Sull’out di sinistra Alex Sandro pare tranquillo.

Per restare aggiornato su tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Juventus tra aspiranti titolari e possibili partenti

Pochi dubbi sul fatto che Ramsey e Rabiot sono colpi importanti. Ma a centrocampo detto di Pjanic, servono anche i muscoli e la sostanza di Emre Can. Dovrà invece lavorare molto Bentancur per ritagliarsi spazio. Valigie pronte invece per Khedira e Matuidi. In attacco pare certo l’addio di Higuain, possibile quello di Mandzukic, si giocano due maglie Dybala, Douglas Costa e Bernardeschi. Ogni discorso verrebbe rivisto nel caso in cui arrivassero Icardi e Chiesa.