Inter, è tempo di bilanci: diciotto mesi di Conte non hanno colmato il ‘gap’


Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Juventus, in casa Inter è tempo di bilanci: numeri e risultati del club a 18 mesi dall’arrivo di Antonio Conte

Inter Conte
Conte Getty Images

L’Inter si lecca le ferite dopo l’amara uscita dalla Coppa Italia per mano della Juventus. La squadra di Antonio Conte – sconfitta 2-1 all’andata dai bianconeri – non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 allo Stadium, pagando con l’eliminazione una prestazione insufficiente. I nerazzurri – fuori anche dalle competizioni europee – sono in corsa solo per lo scudetto e in società è tempo di bilanci sull’operato dell’allenatore.

Calciomercato Serie A, Otavio verso la Francia | Marotta si allontana
Marotta © Getty Images

Calciomercato Inter, Conte non ha colmato il gap

Antonio Conte è arrivato all’Inter il 31 maggio 2019, presentato in pompa magna da tutta la società: “Abbiamo preso un campione in meno perché il nostro top player è Conte“, aveva detto entusiasta Marotta il giorno della presentazione. Il dirigente giustificava così il mancato intervento sul mercato per qualche giocatore, nonché l’investimento da 12 milioni di euro a stagione da garantire come stipendio al mister. L’allenatore ha accettato la sfida, promettendosi sin dall’inizio di colmare il gap con la Juventus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato, un altro americano al Milan | L’offerta rossonera

L’Inter ha ingaggiato Conte per questo e per tornare a vincere un trofeo dopo anni di astinenza. La passata stagione – la prima del tecnico – ha dato i suoi frutti: i nerazzurri hanno conquistato la finale di Europa League (poi persa con il Siviglia) e sono arrivati secondi in campionato. L’estate ha convinto il mister che in questa seconda stagione si dovesse fare di meglio, ma il castello gli è crollato addosso.

Inter Origi
Antonio Conte (Getty Images)

I motivi del fallimento di Conte

A febbraio l’Inter è già fuori dalle coppe. Oggettivamente, ci si aspettava molto di più in Champions League, con l’Inter che, invece, è arrivata ultima in un girone che comprendeva Real Madrid, Borussia e Shakhtar Donetsk. La società ha cominciato ad interrogarsi sulle scelte operate da Conte, a partire dal mercato estivo che non ha aiutato a migliorare le prestazioni della squadra. Uomini di esperienza richiesti dal mister, ma che non hanno spinto nel modo che ci si aspettava, in particolare Arturo Vidal, mentre Aleksandar Kolarov è finito nelle retrovie. Chi, invece, sta facendo molto bene è Achraf Hakimi, arrivato l’estate scorsa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Inter, clamoroso | Doppio addio per Lukaku

Scelte sbagliate sul mercato, in campo. Fino alle dichiarazioni e alle esternazioni esagerate dell’allenatore che ha più volte criticato l’Inter davanti le telecamere. A 18 mesi dal suo insediamento il ‘gap’ non è colmato, anzi rischia di riallargarsi nuovamente se i nerazzurri falliranno anche l’obiettivo scudetto, l’ultimo rimasto a disposizione. La vittoria del campionato sarà sufficiente a salvare la panchina di Conte? A fine stagione si faranno i conti.