Euro 2020, Mancini sulla presenza dei tifosi: “Spero riaprano presto gli stadi”

Il tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini, commenta la presenza dei tifosi al prossimo Europeo in programma a giugno

Mancini rinnovo
Roberto Mancini (© Getty Images)

Sale l’attesa per Euro 2020, soprattutto dopo che il Governo italiano insieme alla FIGC hanno dato l’ok per la presenza allo Stadio Olimpico di Roma dei tifosi. Infatti la prima partita del cammino europeo degli azzurri contro la Turchia si svolgerà nella capitale e martedì è arrivata la conferma della presenza di almeno il 25% degli spettatori sugli spalti dello stadio di Roma.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Juventus, rottura e addio | Rinnovo rifiutato!

Una notizia sicuramente molto bella che viene confermata anche dalla UEFA ieri e che dà al calcio un piccolo accenno di ritorno alla normalità. Oggi il commissario tecnico della nazionale azzurra, Roberto Mancini, ha commentato proprio questa decisione di riaprire in parte gli stadi, augurando di tornare il prima possibile ad un’apertura maggiore ovunque.

Euro 2020, Mancini sulla presenza dei tifosi: “Spero gli stadi riaprano il prima possibile”

Mancini (getty images)
Mancini (© Getty Images)

Il mondo del calcio, come quello di tutti gli sport, non vede l’ora di poter riabbracciare i propri tifosi negli stadi. Un piccolo passo verso la normalità arriverà ad Euro 2020, quando una parte degli stadi potrà consentire l’accesso ai tifosi sugli spalti, tra cui anche lo Stadio Olimpico di Roma, che permetterà l’ingresso del 25% degli spettatori.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Inter, in uscita dal Barcellona | Difensore per Conte

Oggi a commentare questa decisione è l’allenatore della nazionale italiana, Roberto Mancini.  Ai microfoni della ‘Gazzetta dello Sport il tecnico’ afferma: “Spero che il prima possibile tutti gli stadi possano riaprire anche in campionato, con tutte le misure di sicurezza necessarie. Non dovrebbe essere un problema visto che stiamo parlando di spazi aperti. Spero che si possa tornare alla normalità già in questo mese. I bambini devono tornare a fare sport e si spera nella riapertura delle piccole attività come bar, ristoranti e teatri”.