“Lasciamoci alle spalle l’Europeo”: il messaggio di Mancini all’Italia

Torna a parlare il CT Roberto Mancini con una lunga intervista: messaggio del tecnico all’Italia in vista dell’impegno dei playoff di marzo

La cavalcata dell’Italia a Euro 2020 è una di quelle emozioni che non ci abbandonerà mai per tutta la vita. Una fortuna assistere (dal vivo e non) alla storica impresa degli azzurri, che verrà certamente tramandata di generazione in generazione. Come solo noi italiani siamo in grado di fare. Un cammino impetuoso, che ha unito un’intera popolazione a suon di gol e prestazioni da urlo.

Italia Mancini
Roberto Mancini © LaPresse

Ora più che mai serve stringersi forte e sostenere la Nazionale ai playoff di marzo, dai quali verranno fuori le restanti partecipanti ai Mondiali in Qatar. Il Portogallo di Cristiano Ronaldo fa paura, ma la squadra ha già dimostrato di essere capace di realizzare grandissime cose. Nel frattempo, il CT Roberto Mancini torna a parlare ripercorrendo la straordinaria esperienza vissuta all’Europeo. Le sue dichiarazioni rilasciate a ‘Sky’, nello speciale ‘Euro 2020 – The final week’: “Sapevamo di poter fare bene già dal ritiro di Coverciano, si è creato un bell’ambiente e abbiamo preparato le gare con molta tranquillità“.

“Credevo nel successo finale – prosegue Mancini -, perché avevamo giocato bene diverse gare fino a quel momento e non avevamo subito il gioco di nessuna Nazionale. L’esordio a Roma è stato fondamentale, abbiamo sentito la spinta di tutta la popolazione. Ci ha aiutato molto concludere il girone in testa per darci maggiore consapevolezza. Per staccare e avere un po’ di libertà, non potendo uscire dalla bolla, utilizzavamo le cene, ci distraevano parecchio“.

LEGGI ANCHE>>> Coppa d’Africa, ecco i convocati: UFFICIALE la decisione su Osimhen

Italia, Mancini: “Mettiamo l’Europeo alle spalle, dobbiamo dare ancora di più”

Italia Mancini
Roberto Mancini © LaPresse

Sulla fase ad eliminazione diretta: “È stato tutto un po’ più difficile, anche se la vittoria contro l’Austria ha rappresentato una liberazione. Con la Spagna sapevamo a cosa saremmo andati incontro, si è trattato probabilmente della partita più complicata del torneo. In finale, superata la tensione iniziale, forse avremmo potuto battere l’Inghilterra anche prima dei rigori. Avrei voluto evitarla, ma i ragazzi erano molto tranquilli“.

LEGGI ANCHE>>> Da De Ligt a Verratti, Raiola irrompe sul calciomercato: tutti i colpi

In conclusione, Mancini lancia un monito agli azzurri in vista dei playoff: “L’Europeo è stato un evento straordinario, ma ora dobbiamo metterlo alle spalle. È necessario rimboccarsi le maniche e fare un grande lavoro a marzo. Possiamo dare ancora tanto, ci sono giocatori che possono diventare anche più forti di ciò che hanno fatto vedere all’Europeo“.