Juventus e Inter si ‘alleano’: scambio tra gli esuberi

Juventus e Inter potrebbero allearsi nel mercato di gennaio: l’opportunità che consentirebbe alle due società di lasciare  andare un esubero

Da sempre rivali, ma possibili alleate sul mercato. Per Juventus e Inter il mese di gennaio è quello delle opportunità di cogliere.

Allegri e Inzaghi
Allegri e Inzaghi © LaPresse

Più per i bianconeri che hanno bisogno di rendere più omogenea la rosa per dare l’assalto alla zona Champions, meno per i nerazzurri che sono protagonisti di una vera e propria cavalcata verso il tricolore. Certo anche nella rosa di Inzaghi è presente qualche elemento che a gennaio potrebbe fare le valigie. Almeno un paio i nomi di chi con l’ex Lazio non sta trovando molto spazio, vuoi per decisioni tecniche, vuoi per infortuni vari. Appartiene sicuramente alla seconda categoria Stefano Sensi: il centrocampista ex Sassuolo anche quest’anno ha dovuto fare i conti con la malasorte ed ora ha voglia di riprendersi il tempo perduto giocando spesso, anche perché c’è la Nazionale da riconquistare. Per questo un suo addio a gennaio è da mettere in conto e il suo nome potrebbe finire in uno scambio proprio con la Juventus.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, tentativo disperato: scambio improponibile a gennaio

Calciomercato Inter e Juventus, scambio tra esuberi: i dettagli

Sensi
Sensi © LaPresse

Se Sensi a Milano non sta trovando molto spazio, a Torino c’è chi è ormai separato in casa. Si parla di Ramsey, indicato da settimane ormai come partente. L’addio del gallese servirebbe alla Juventus per abbassare il monte ingaggi e provare ad acquistare un calciatore più in linea con il gioco di Allegri. Sensi potrebbe fare al caso del tecnico toscano ed allora ecco nascere l’ipotesi di uno scambio.

Un affare in cui i due calciatori potrebbero cambiare aria e provare a ritagliarsi più spazio in campo che le due società non avrebbero problemi ad avallare con l’assenso dei tecnici. Sensi alla Juventus, Ramsey all’Inter: lo scambio potrebbe accontentare tutti.