ESCLUSIVO | “In una big di Serie A”, Italia-Macedonia stuzzica il Milan

In esclusiva, il giornalista macedone Filip Mishov parla della sfida di questa sera dell’Italia e indica un potenziale colpo per il Milan

 

maldini milan
maldini milan futuro ©LaPresse

 

Questa sera a Palermo Italia e Macedonia si giocano la possibilità di accedere alla finale degli spareggi per i Mondiali 2022. Soltanto una delle due formazioni potrà sperare ancora di volare in Qatar: una necessità per gli azzurri, che già hanno saltato la scorsa edizione della rassegna iridata; un sogno per i macedoni che dopo aver fatto il loro esordio agli Europei 2020, sperano di bissare con i Mondiali.

Proprio per parlare della Nazionale guidata da Milevski, Calciomercatonews.com ha intervistato Filip Mishov, giornalista macedone che segue proprio i rivali di questa sera dell’Italia. Mishov ha analizzato i punti di forza e di debolezza della squadra macedone: “Il tipo di gioco è completamente cambiato negli ultimi sei mesi dopo che Milevski ha preso il posto di Angelovski. Quest’ultimo preferiva giocare in contropiede, mentre Milevski preferisce il possesso palla. Alla squadra manca un centravanti con Pandev che si è ritirato e Nestorovski non convocato perché non sta giocando. Ristovski, scelto come attaccante principale, non ha abbastanza esperienza e non ha finora dimostrato di essere un finalizzatore cinico. Questa è la grande debolezza, mentre la Macedonia può contare su un gioco rapido in fase di transizione. In fase di possesso palla, il pericolo può arrivare dagli esterni con Bardhi che sa sempre trovare la soluzione giusta”.

Proprio Bardhi è uno dei fiori all’occhiello della Macedonia. Anzi per Mishov è uno dei calciatori che potrebbe approdare in Serie A insieme a Darko Velkovski: “Il secondo è un difensore centrale in scadenza con l’HNK Rijeka e quindi acquistabile a parametro zero. Cresco sia pronto per una squadra di uno dei campionati top 5 e la Serie A potrebbe essere la destinazione giusta. Bardhi, invece, è al Levante, squadra che è in lotta per non retrocedere. Sarà disponibile ad un prezzo relativamente basso ed è più che pronto per un club di Champions League. Si è parlato del Milan a gennaio: lo immagino in una big di Serie A”.

Italia-Macedonia del Nord, Mishov: “Elmas diventerà una leggenda”

elmas
elmas © LaPresse

Lì dove ha già giocato Goran Pandev, per anni simbolo della squadra. Chi potrà ereditare il suo posto? Per il giornalista macedone non ci sono dubbi: “Elif Elmas (assente stasera per squalifica) è il successore naturale di Pandev ed è il più grande talento calcistico della Macedonia. Pandev gli ha dato tanti consigli e ha avuto una grande influenza su di lui, come un fratello maggiore che lo ha aiutato a crescere. Elmas diventerà una leggenda per il nostro calcio: è solo questione di capire quanti record batterà”.

Da record sarebbe anche la partecipazione della Macedonia ai Mondiale: “Se dovesse riuscirci, sarebbe un sogno che diventa realtà per tutti i macedoni. Sarebbe un ulteriore riconoscimento in un processo di crescita del calcio macedone. Gli ultimi 18 mesi sono stati eccellenti con la qualificazione agli Europei, la straordinaria vittoria contro la Germania e quella ad Euro 2020. Le ambizioni però non devono fermarsi ora che la Macedonia è vicina come mai finora a qualificarsi per i Mondiali”. All’Italia il compito di rimandare il sogno macedone per evitare di ripiombare nell’incubo già vissuto cinque anni fa.