Addio al Milan deciso, vola in Spagna

Addio al Milan in estate, con la dirigenza che ha deciso di fare passi indietro importanti. La prossima destinazione in Spagna

Dopo un inizio di stagione incoraggiante, è lentamente calato il rendimento di Brahim Diaz con la maglia del Milan durante l’arco della stagione. Per il trequartista spagnolo ora cambiano i piani e i rossoneri, che vorrebbero comunque riscattarlo dal Real Madrid, puntano ad abbassare la cifra inizialmente pattuita con i ‘blancos’.

milan brahim diaz
Maldini e Massara ©LaPresse

Dai 22 milioni di euro concordati (da pagare entro giugno), la dirigenza lombarda vorrebbe ora chiudere al ribasso e presentare un’offerta non superiore ai 14 milioni di euro. Lo riporta Elgoldigital.com, secondo cui il classe 1999 avrebbe perso rilevanza all’interno del gruppo rossonero, con la dirigenza ora intenzionata a cambiare gli accordi per il riscatto. Un tipo di soluzione che però, dal proprio canto, il presidente madrileno Florentino Perez non gradirebbe. Ad approfittare della possibile rottura dei patti un terzo club, per il quale si farebbe più calda la pista che porta al ventiduenne.

Milan, spunta il Betis su Brahim Diaz

milan brahim diaz
Brahim Diaz ©LaPresse

Il Betis starebbe infatti pensando di inserirsi nella corsa per il calciatore approfittando della fase di stallo tra Milan e Real Madrid. L’offerta presentata da Maldini e Massara non piace al club capolista della Liga e ora i ‘verdiblancos’ avrebbero messo nel mirino il centrocampista offensivo ed avrebbero già pronta un’offerta nel caso in cui si arenasse l’affare tra diavoli e merengues. Manuel Pellegrini, allenatore degli spagnoli, ha già avuto il gioiellino spagnolo in passato al Manchester City, quando però era ancora un talento acerbo. Ora potrebbero ritrovarsi insieme al Betis, con il club disposto ad approfittare della rottura tra Milan e Real mettendo sul piatto 15 milioni di euro. Sarebbe, per il club di Siviglia, un affare prestigioso, uno ‘scippo’ al Milan che non ha intenzione di rispettare i patti con il Real, pur volendo portare definitivamente in squadra il giocatore.