Annuncio improvviso, per la Juve cambia tutto: il rinnovo ora è possibile

Un obiettivo di mercato per la difesa della Juventus è destinato a sfumare. Il direttore sportivo è uscito allo scoperto circa il suo rinnovo

Nella prossima sessione di mercato ci saranno sicuramente dei ritocchi in difesa per la Juventus. Con Chiellini ancora incerto sul suo futuro e Bonucci alle prese con diverse noie muscolari, i bianconeri necessitano di un ricambio generazionale dietro, sempre che de Ligt decida di restare a Torino.

Araujo resta al Barcellona
Massimiliano Allegri © LaPresse

Uno dei giovani obiettivi della dirigenza, intanto, sembra destinato a sfumare. Stiamo parlando del difensore del Barcellona Ronald Araujo. Il direttore dei blaugrana Mateu Alemany ha incontrato l’agente del classe ’99, dichiarando che il colloquio ha avuto esito positivo e che in generale ci sono ottime sensazioni circa il suo rinnovo.

“È stato un ottimo incontro – spiega Alemany – c’è un ottimo feeling da entrambe le parti di proseguire nei colloqui”. Xavi, come ormai noto, punta forte su Araujo e la dirigenza sta spingendo con l’obiettivo di rinnovare quanto prima il suo contratto in essere.

Araujo rinnova, sfuma l’obiettivo della Juve

Araujo, niente Juventus
Ronald Araujo destinato a rinnovare con il Barcellona © LaPresse

Se le parti, come sembra, dovessero trovare l’accordo definitivo, l’affare Araujo-Juventus sfumerebbe del tutto. In quel caso i bianconeri saranno costretti a tornare prepotentemente sul mercato, vista anche l’incertezza circa la situazione di Rudiger per il caos che sta vivendo il Chelsea.

Si dovrà quindi affiancare all’acquisto di Federico Gatti quantomeno un altro difensore, possibilmente già pronto per essere titolare. Una pista che non è ancora caduta è quella legata a Bremer, ma in questo caso la concorreza è veramente folta e il prezzo del cartellino rischia di salire molto.

Cherubini dovrà essere bravo nell’individuare il giusto nome da inserire nel reparto difensivo. Nel frattempo si aspetta il completo recupero di Bonucci che, se a pieno regime, è a tutti gli effetti un titolare della retroguardia di Allegri.