L’annuncio di De Laurentiis: “Spero di aver fatto un colpaccio”

Aurelio De Laurentiis scatenato: il patron del Napoli, tre giorni dopo la sconfitta di Empoli, parla del futuro del club azzurro

In una lunga intervista a Radio Kiss Kiss, il patron del club azzurro si è scusato con i tifosi partenopei per la disfatta del ‘Castellani’ e ha lanciato un appello ai supporter.

(Carnevali e De Laurentiis © LaPresse)

Inizialmente, Aurelio De Laurentiis ha chiesto scusa “a nome della squadra e dello staff tecnico per la brutta figura di Empoli”. Il patron ha confessato di aver avuto un “moto di stizza a vedere quei dieci minuti finali di follia”. Ad ogni modo, niente ritiro“Appartiene ad un calcio vecchio, arcaico, ma è una cosa che nasce di getto, dettata dalla rabbia”.

De Laurentiis ha parlato anche del rinnovo contrattuale di Dries Mertens“Gli ho detto che ha un’opzione per un altro anno. Ci dobbiamo sedere e stabilisce lui quando, magari a fine campionato”. L’apertura di ADL, dunque, non viene meno: “Se vuole restare qui, noi ci siamo. ‘Ciro’ è innamorato della vita di Napoli, ha lasciato il segno con i gol realizzati. Per il rinnovo non dovrebbero esserci problemi, ma mai dire mai nella vita”.

(Aurelio De Laurentiis © LaPresse)

Crisi Napoli, parla patron De Laurentiis

Sempre a proposito di mercato, De Laurentiis ha  confermato l’arrivo del talento georgiano Khvicha Kvaratskhelia, pronto a prendere il posto del partente Lorenzo Insigne: “Non posso chiamarlo Giorgio. Spero di aver fatto un colpaccio, è a tutti gli effetti un calciatore del Napoli”.

Infine, un appello alla tifoseria: “Venite allo stadio, in questo momento abbiamo bisogno del vostro tifo caloroso. Lasciate perdere le cavolate propinate dai giornalisti o dagli ex calciatori del Nord. Il Sud e Napoli fanno invidia al mondo da 200 anni. È una croce che dobbiamo portare sulla nostra spalla ma alle volte questa croce ci farà”.