Gundogan via dal City: Guardiola risponde in diretta

Con il contratto in scadenza a giugno Gundogan potrebbe diventare uno degli svincolati di lusso nel calciomercato estivo. Guardiola ha provato a fare chiarezza sul suo futuro

Un centrocampista masterclass come Ilkay Gundogan rischia di diventare uno dei nomi più caldi dell’estate. Il giocatore del Manchester City non ha ancora rinnovato il suo contratto e le possibilità di vederlo lontano dall’Etihad il prossimo anno si fanno sempre più concrete.

Gundogan può lasciare: Inter e Juventus alla finestra
Ilkay Gundogan © LaPresse

Per Gundogan c’è la fila in Europa. Xavi lo vorrebbe fortemente nel suo Barcellona come uomo d’esperienza, ma anche l’Arsenal sarebbe pronto a dargli un ricco contratto in caso di qualificazione alla Champions.

Anche le italiane ci stanno pensando. La Juventus è sempre alla ricerca di un nome di spessore nel reparto e, soprattutto se gli affari Pogba e Milinkovic-Savic dovessero arenarsi, il tedesco rappresenterebbe una soluzione valida. Più defilato, ma in corsa, è anche l’Inter. Se dovesse avvenire una cessione top in mezzo (come quella di Barella), Marotta virerebbe sul classe ’90 per rimpiazzarlo, così da avere sin da subito un giocatore pronto.

Guardiola fa chiarezza su Gundogan: le sue parole

Guardiola vuole trattenere Gundogan
Pep Guardiola © LaPresse

L’allenatore del Manchester City Pep Guardiola, però, non sembra sulla stessa linea d’onda delle pretendenti. A ‘City Extra’ ha rilasciato una dichiarazione emblematica sulla sua volontà di trattenere Gundogan, chiarendo soprattutto che il club sarebbe ignaro di un suo ipotetico desiderio di andarsene.

“Personalmente voglio che Gundogan rimanga al Manchester City. Non c’è nessuno che pensa che possa non essere qui. Se la sua intenzione è lasciare, come club non siamo stati informati del fatto“. Lapidario ed esplicito Guardiola, che però non spegne la possibilità di un addio.

A pochi mesi dalla scadenza parrebbe strano vedere un suo rinnovo di contratto, nonostante la volontà di Guardiola. Tra qualche settimana, di certo, la situazione sarà più chiara e il destino di Gundogan avrà tinte meno ombreggiate.