Sirene dalla Premier per il gioiello: Inter, Roma e Milan beffate

Su uno dei talenti più promettenti del calcio europeo sono piombati i ricchi club di Premier League: battaglia dura per le italiane in corsa nell’affare

La caccia ai giovani talenti – quei giocatori che avrebbero già le stigmate dei piccoli campioni ma il cui costo è ancora relativamente contenuto – è una prerogativa di tutti i grandi club. L’anticipare sul tempo la concorrenza per poi ritrovarsi in casa un gioiello acquistato tempestivamente prima che diventi troppo costoso è esercizio complicato: non bisogna sbagliare la scelta, ma soprattutto va messa in atto una strategia ad hoc per lavorare a fari spenti.

Jose Mourinho e Simone Inzaghi si salutano
Jose Mourinho e Simone Inzaghi © LaPresse

Roma, Inter e Milan avrebbero trovato il loro crack. Si tratta di un attaccante francese, classe 2002, che in questa stagione si è già messo in luce realizzando 9 gol in 21 gare di campionato. Il calcio transalpino, del resto, è ormai una fucina inesauribile di talenti: tra questi il giovanssimo centravanti avrebbe attirato le mire dei club italiani, ma anche del Borussia Dortmund, alla caccia di un ulteriore bomber da affiancare al neo arrivato Karim Adeyemi. Nelle ultime ore il giocatore avrebbe però attirarto le mire anche di alcuni ricchi club della Premier League: il rischio di una pericolosa asta è dietro l’angolo.

Tre club di Premier su Ekitike: italiane spalle al muro

Hugo Etikite Calciomercato
Hugo Etikite © LaPresse

Hugo Etikite sta facendo parlare di sè. In possesso di un mix preciso di fisicità e tecnica, il giovane attaccante nei giorni scorsi ha parlato del suo futuro, non chiudendo pregiudizialmente la porta ad un suo addio. La testa è sulle spalle, i voli pindarici non fanno parte del giovane bomber, che si affida al suo entourage per valutare con serenità le scelte a sua disposizione.

Come rivelato nelle ultime ore, Arsenal, Newcastle ed Aston Villa hanno mostrato interesse per i suoi servizi. La vetrina della Premier League è sempre il porto più prestigioso nel quale un giovane possa approdare. Economicamente poi, le stesse società britanniche non temono troppe rivali nel convincere un giocatore a sposare la loro causa. Il rischio, per Roma, Inter e Milan, è quello di infilarsi in un ginepraio dal quale poter uscire solo a suon di rilanci milionari. Oppure, ritirandosi dalla trattativa. Il rischio che si verifichi la seconda ipotesi appare più che concreto.