Il Milan è campione d’Italia, non basta il 3-0 dell’Inter

Non basta il secco 3-0 dell’Inter sulla Sampdoria a San Siro. Milano quest’anno è rossonera, il Milan vince e si laurea campione d’Italia.

L’Inter entra in campo consapevole che non dipende da loro la vittoria dello scudetto ma solo da un’eventuale sconfitta dei rossoneri. Il miracolo non avviene ma la squadra di Inzaghi fa comunque il massimo. Nonostante le tante occasioni Audero evita il vantaggio dell’Inter nel primo tempo che si chiude sullo 0-0.

Inter Sampdoria
Inter Correa e Calhanoglu ©LaPresse

La ripresa è un dominio totale dei nerazzurri che, nonostante gli aggiornamenti sul risultato del Mapei Stadium, macinano gioco, occasioni e gol. La sblocca subito nella ripresa ancora Ivan Perisic che sfrutta il dodicesimo assist stagionale di Barella e buca Audero col mancino. Poco dopo si mette in moto il ‘Tucu’ Correa che se segna due nel giro di due minuti. Prima scambia con Calhanoglu e piazza col destro il 2-0, poco dopo calcia ancora col destro e firma un’altra doppietta della sua stagione. Nel finale spazio anche per saluti e cambi per Inzaghi. L’Inter vince ma cede lo scettro di campione d’Italia al Milan.

Sassuolo-Milan 0-3: festa rossonera al Mapei

Il Milan mette subito in chiaro le cose sin dal primo minuto, macinando gioco e occasioni. La sblocca Olivier Giroud che scolla di dosso tutta la tensione dei rossoneri e mette la partita su un binario netto. Il primo assist è di Leao, il secondo è ancora del portoghese, ancora per Giroud che fa doppietta e 2-0 per il Milan. Il Sassuolo di fatto non scende in campo e i rossoneri calano il tris nel primo tempo con Kessié.

Giroud Milan
Giroud ©LaPresse

Il secondo tempo è solo un conto alla rovescia per la festa rossonera al Mapei. Il Milan vince 3-0 e conquista il 19esimo scudetto della sua storia. Pareggia il numero di scudetti dell’Inter e strappa lo scettro ai nerazzurri.