Scamacca, crollano le quote: futuro ad un bivio

Gianluca Scamacca è uno dei pezzi pregiati del calciomercato: nel suo futuro c’è una doppia ipotesi

La stagione 2021/2022 è stata di consacrazione per Gianluca Scamacca. Dopo alcuni anni in cui le sue grandi qualità si erano solo intraviste, il bomber è esploso definitivamente sotto la guida di Dionisi, concludendo con ben 16 gol in Serie A, con un solo rigore calciato.

Futuro Scamacca: Milan e Sassuolo le ozpioni più concrete
Gianluca Scamacca © LaPresse

Il classe ’99 è uno dei pezzi più pregiati della scuderia Carnevali e le voci di calciomercato si susseguono continuamente. Se negli ultimi mesi in pole pareva esserci l’Inter, con l’apertura della pista Lukaku le cose sono cambiate. Un centravanti serve a moltissime squadre, sia in Italia che anche all’estero.

Il Milan non ha mai mollato Scamacca, nemmeno dopo aver virtualmente chiuso l’affare Origi. Un altro interessato è Antonio Conte, che ha l’intenzione di allungare notevolmente la rosa e potrebbe pensare a lui come vice di Kane, se non anche come compagno di reparto. Non è infine da escludere una sua permanenza in Emilia.

Scamacca, Milan e Sassuolo in vantaggio: le quote

Scamacca, Milan e Sassuolo vicine: si allontana la pista Inter
Scamacca con la maglia della Nazionale © LaPresse

Secondo gli esperti ‘Sisal’ sono proprio rossoneri e neroverdi i principali indiziati per Scamacca. In entrambi i casi la quota di 2,50 è emblematica del bivio in cui si trova l’azzurro. Per blasone e obiettivi di certo il Milan rappresenterebbe un notevole passo in avanti nella sua carriera, ma anche l’idea di crescere un altro anno al centro dell’ambiente Sassuolo potrebbe essere un trampolino di lancio per il domani. Il suo contratto è in scadenza nel 2026 e Carnevali ha ribadito più volte come la sua intenzione sia quella di non cedere tutti i suoi pupilli.

L’Inter ha decisamente perso posizioni. La quota è di 6 a 1: la sensazione è che per Marotta e Ausilio si tratti più di un’alternativa al ritorno di Lukaku, piuttosto che un obiettivo primario. Infine c’è il Tottenham di Antonio Conte, la cui quota è di 20. Questa potrebbe abbassarsi se Harry Kane dovesse decidere a sorpresa di lasciare gli Spurs, ma al momento si tratta di uno scenario distante.