Il padre di Gnonto conferma: “Ecco dove vuole andare”

Dopo il primo gol in Nazionale, il padre di Gnonto esce allo scoperto sui sogni del figlio

Wilfried Gnonto è il giovane del momento. Il classe 2003 lanciato da Roberto Mancini ha segnato il suo primo gol in Nazionale nella roboante sconfitta contro la Germania, riaccendendo il dibattito sull’impiego dei giovani in Serie A.

Gnonto, il padre esce allo scoperto: "Sogna il ritorno all'Inter"
Wilfred Gnonto © LaPresse

Il tecnico dell’Italia ha dato fiducia all’attaccante anche in una partita molto complicata come quella di ieri sera. Il calciatore di proprietà dello Zurigo ha dato il massimo, riuscendo anche a togliersi la soddisfazione di siglare il gol della bandiera in un momento molto difficile per gli azzurri. La rete, seppur ininfluente, è entrata nella storia: ora è proprio lui il più giovane marcatore della storia dell’Italia con i suoi 18 anni e 222 giorni. Il precedente record apparteneva a Bruno Nicolè e resisteva dagli anni ’50.

Il gol, però, ha anche scatenato le voci di calciomercato, specialmente quelle implicate su un suo ritorno in Serie A. Secondo il padre, Wilfried sogna solamente una squadra.

Gnonto, il padre ammette: “Sogna l’Inter”

Boris, padre di Wilfried Gnonto: "Sogna l'Inter"
Gnonto nella partita contro la Germania © LaPresse

Intervistato ai microfoni di Radio Uno Rai durante ‘Un Giorno da Pecora’, Boris Gnonto ha parlato del suo primo gol con l’Italia: “Non ci ho fatto neanche caso, non ne sapevo niente. Lo scopro ora da voi. Mi fa piacere, ma per com’è andata la partita è una goccia nell’acqua. Non abbiamo festeggiato il suo primo gol e non l’ha fatto nemmeno lui. Willie era abbattuto e arrabbiato. Ho cercato di consolarlo, dicendo che ora è così e che la squadra deve lavorare. Lui è un vincente, odia perdere. Ora non torna neanche a casa, parte subito con l’Under 19“.

Poi, sul suo sogno futuro: “Lo vedremo in Serie A l’anno prossimo? È da vedere, aspettiamo di capire come sarà il calciomercato. Leggo tante di quelle cose sui siti: c’è il Monza, il Torino, ma il suo sogno è tornare all’Inter, il ritorno a casa”.