Rinnovo Maldini, il Milan nel caos: “Conseguenze serie”

Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, non ha ancora firmato il rinnovo di contratto col club rossonero e la situazione appare critica

Ci si aspettava certamente una situazione ben diversa dopo la conquista dello scudetto. E invece il Milan, a sorpresa, sta attraversando un periodo tutt’altro che in discesa. La causa? I rinnovi di contratto di Paolo Maldini e Ricky Massara, la coppia che ha contribuito pesantemente allo straordinario successo in campionato. Entrambi i dirigenti hanno il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno e ieri è avvenuto un altro vertice in modo da avvicinarsi alla fumata bianca.

Milan Maldini
Paolo Maldini © LaPresse

Il ritardo delle firme chiaramente si ripercuote in ambito di calciomercato. Difatti, il ‘Diavolo’ rischia seriamente di perdere Renato Sanches, pista su cui i rossoneri stavano lavorando da tempo. Il Paris Saint Germain, spinto dalla volontà di Luis Campos, fa sul serio e a breve potrebbe presentare una cospicua offerta al Lille per battere la concorrenza. Allo stesso modo, non è affatto da escludere che saltino gli affari Botman e Noa Lang. Insomma, scenario poco piacevole, soprattutto considerando le premesse. Il numero uno di Red Bird, Gerry Cardinale, vuole proseguire il cammino con la dirigenza attuale, perciò i prolungamenti di Maldini e Massara alla fine dovrebbero arrivare.

Milan, Ordine su Maldini: “I contrasti avranno conseguenze serie”

Milan Maldini
Maldini © LaPresse

È evidente, però, come ci siano delle divergenze di vedute con la nuova proprietà. Di conseguenza, viene natuarale chiedersi quale sarà effettivamente la disponibilità in ambito di trattative. Sull’argomento spinoso è intervenuto il giornalista Franco Ordine. Il collega si è espresso sulle pagine de ‘Il Giornale’, citando anche Adriano Galliani: “Indubbiamente un clima di questo tipo, che ricorda molto da vicino la conduzione a due teste dei tempi di Galliani e Barbara Berlusconi con esiti disastrosi, non depone a favore dell’immediato futuro. Quindi, al di là di cifre vere o presunte messe a disposizione e durata della fiducia dell’area tecnica, o il Milan si riacquista la preziosa unità tra le varie divisioni del club che ha caratterizzato le ultime due stagioni, o altrimenti i contrasti sotterranei porteranno a conseguenze serie“. La speranza dell’ambiente rossonero è che tutto possa risolversi in fretta.