De Ligt out, Bremer in: la sentenza spiazza, affare flop

La Juventus saluta de Ligt e accogliere Bremer al centro della difesa bianconera: doppio duro attacco al mercato del club torinese

Sono ora calde, in casa Juventus, per quanto riguarda il mercato estivo. Il club bianconero vuole assolutamente rilanciarsi, dopo una stagione deludente, e per farlo la rosa di Massimiliano Allegri è stata decisamente potenziata. Altre settimane potrebbero regalare nuove sorprese: intanto, però, arriva una doppia critica all’operato della dirigenza bianconera.

de Ligt Bremer
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Mario Mattioli, ai microfoni di ‘Radio Radio’ ha parlato di calciomercato ed in particolar modo di quello della Juventus. Dopo aver accolto Pogba e Di Maria, i bianconeri hanno messo le mani anche su Gleison Bremer, corteggiato a lungo dall’Inter e finito adesso alla corte di Massimiliano Allegri.

Da de Ligt a Bremer: “Si vede che non c’è Marotta…”

de Ligt Bremer
Matthijs de Ligt ©LaPresse

L’approdo del brasiliano, però, è coinciso con la partenza di de Ligt in direzione Bayern Monaco. Proprio sull’olandese, Mattioli è sicuro: “La cifra per de Ligt è bassa rispetto alla clausola rescissoria, ma è un’ulteriore prova che la Juve non ha Marotta in dirigenza. L’olandese è stato ceduto per 8-12 milioni in meno di quello che doveva essere”. Sulla firma di Bremer, invece, l’opinione è differente: “È stato acquistato a 10 milioni in più. Questa è la mia valutazione, il brasiliano è un ottimo giocatore ma non da 50 milioni. Per quanto riguarda l’ngaggio, non potevano dare 6 milioni a Dybala mentre a Bremer sì”.

Mattioli, poi, chiude il suo intervento riguardo ad un altro obiettivo del ds Cherubini che adesso rischia seriamente di sfumare: “La Juventus non vuole Zaniolo a tutti i costi. Era più una suggestione”. Anche Nando Orsi, ex portiere e opinionista, ha detto la sua sulle ultime operazioni di mercato: “De Ligt è stato venduto a poco, Bremer è stato pagato troppo. Servono due centrali dopo l’addio dell’olandese: se prendono anche Milenkovic, la Juve fa una grande squadra“.

Bremer de Ligt
Gleison Bremer ©LaPresse

Sarà adesso il campo a decretare quanto positiva sia stata la doppia operazione in casa Juventus: de Ligt è il passato, il futuro della difesa bianconera è in mano a Bremer.