L’erede di Alex Sandro nel 2023: scambio secco in Premier

Alex Sandro è uno dei fedelissimi di Allegri ma la Juventus non sembra intenzionata a rinnovargli il contratto in scadenza fra soli undici mesi. Dalla Premier il suo erede 

Tre volte titolare nelle prime tre giornate, a conferma della stima nei suoi confronti da parte di Massimiliano Allegri. Ma anche che il tecnico livornese non abbia in rosa una vera alternativa, dopo che la ‘riserva’ Pellegrini è volato all’Eintracht in prestito. Alex Sandro e la Juventus, l’avventura continua anche se la fine sembra vicina dato che il club non sembra intenzionato a rinnovargli il contratto in scadenza fra soli undici mesi.

Alex Sandro Juve Nuno Tavares Kean Arsenal
Alex Sandro in azione ©LaPresse

Dopo otto stagioni e, per ora 275 partite, l’avventura del classe ’90 brasiliano in quel di Torino potrebbe terminare. La Juve vuol guardare avanti anche per ragioni di ingaggio (quello dell’ex Porto sfiora i 12 milioni lordi), per la corsia mancina possibile un investimento in prospettiva che possa però essere ‘sfruttato’ subito, nell’immediato. A tal proposito attenzione al profilo di Nuno Tavares, classe 2000 portoghese con già una buona esperienza a livello internazionale. A fine luglio il 22enne nativo di Lisbona, cresciuto tra Sporting CP e Benfica, ha fatto le valigie e salutato l’Arsenal per andare a giocare in Francia, al Marsiglia degli ex juventini Longoria, Ribalta e Igor Tudor, dal quale ha appena preso Milik in prestito con opzione d’acquisto.

L’operazione è andata in porto con la formula del prestito secco, per cui sulla carta a fine stagione dovrà fare ritorno nelle file dei ‘Gunners’. A quel punto Cherubini e soci potrebbero partire all’assalto del lusitano, che in questa estate è stato un obiettivo dell’Atalanta, per l’acquisto a titolo definitivo del cartellino.

Calciomercato Juventus, Tavares in prestito con diritto. Ma c’è l’idea scambio con Kean

Alex Sandro Juve Nuno Tavares Kean Arsenal
Nuno Tavares in azione ©LaPresse

La società presieduta da Andrea Agnelli potrebbe tentare la via del prestito oneroso con diritto di riscatto per complessivi 25 milioni di euro. In alternativa provare uno scambio alla pari con uno dei giocatori che, almeno ad oggi, non figura tra gli intoccabili: nella fattispecie con Moise Kean, che i bianconeri saranno chiamati a riscattare obbligatoriamente dall’Everton per 28 milioni.