Inter-Bayern Monaco, Inzaghi annuncia: “Può giocare dall’inizio”

Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa, alla vigilia del primo match di Champions League dell’Inter a San Siro contro il Bayern Monaco

Rialzarsi immediatamente. Questo l’obiettivo dell’Inter dopo la bruciante sconfitta a San Siro contro il Milan. Nella serata di domani, a partire dalle ore 21:00, i nerazzurri affronteranno il temibile Bayern Monaco tra le mura amiche. Parliamo del primo match della nuova Champions League per la ‘Beneamata’. Sulla carta l’impegno è di quelli che fanno spavento, ma può anche essere considerato come una ghiotta opportunità per riacquistare subito fiducia e autostima.

Inter Bayern Monaco Inzaghi
Simone Inzaghi © LaPresse

Lo pensa mister Simone Inzaghi, intervenuto alla vigilia in conferenza stampa. Il tecnico piacentino si è espresso innanzitutto sul tema tifosi: “Per noi sono importantissimi. Ci daranno una grande mano domani, considerando il valore dell’avversario. Siamo in un girone molto competitivo. Questa partita deve essere un’opportunità, perché arriva dopo la sconfitta deludente nel Derby“.

Alla domanda su cosa chiede a Bastoni e a Barella di migliorare, Inzaghi ha così risposto: “Preferisco non parlare dei singoli calciatori. Dobbiamo tutti migliorare la nostra condizione. Per domani ho diversi dubbi riguardanti la formazione da schierare titolare. Noi sappiamo che dobbiamo fare 10 punti ed è più complicato rispetto alla passata stagione. Ma la partita che affrontiamo domani dobbiamo vederla comunque come un’opportunità“.

L’allenatore, poi, torna sul Derby: “Ci sono stati dei momenti in cui noi abbiamo fatto meglio di loro e viceversa. Una squadra come la nostra non deve concedere questi passaggi a vuoto. Meritavamo il pareggio per le occasione create, però indubbiamente dobbiamo fare di più. Io in primis“.

Su Onana: “Quando si subisce una sconfitta del genere si cercano i colpevole e questo è normale. I colpevoli siamo io come allenatore e l’Inter. Il campionato quest’anno sta andando più a rilento. Dobbiamo cercare di migliorarci ogni giorno“.

L’Inter ritroverà Mane: “Lo abbiamo già affrontato lo scorso anno nelle gare contro il Liverpool. Si tratta di un giocatore eccezionale, che un’intensità pazzesca“.

Ancora il Derby: “Sconfitte di questa portata ti impongono di analizzarle a fondo. Lo sbaglio più doloroso è il gol del pareggio, perché lì abbiamo smesso di fare quello che stavamo facendo prima. Un episodio negativo può capitare, specialmente contro grandi avversarie, ma è necessario reagire meglio di così“.

Inter-Bayern, Inzaghi: “Mkhitaryan può partire titolare”

Inter Bayern Monaco Inzaghi
Simone Inzaghi © LaPresse

Su Mkhitaryan: “Lui ti porta quantità e qualità. Ci aiuterà tanto da qui in avanti. Da una settimana lavora a pieno regime e può essere un’opzione dal primo minuto, anche per quanto riguarda il campionato. Prenderò domani la decisione definitiva“.

Sul percorso di recupero di Gosens: “I suoi allenamenti sono molto buoni. Gosens è un professionista esemplare. Sta pagando il fatto di aver perso una stagione intera l’anno scorso. Ora, però, sono contento di come si sta allenando. Poi spetterà a me decidere quando sarà il momento giusto per lui“.

Sul valore del Bayern Monaco: “Mi sono guardato le ultime due partite e a livello di statistiche non c’è stato confronto. Le loro intensità e aggressività li rendono tra i migliori nel panorama europeo“.

Infine, le critiche per gli errori commessi non abbattono Inzaghi: “Nel calcio ci sono quotidianamente. Ascolto volentieri le critiche costruttive, che mi danno stimoli. Ogni giorno ho il compito di fare decine di scelte, cercherò di farle sempre per il bene dell’Inter“.