Boehly irrompe sul gioiello, la Juve ringrazia: ritorno di fiamma

Il Chelsea sembra disposto a tutto per arrivare al talento che ha incantato in Champions: per la Juve si apre un’opportunità

Che fosse promettente, lo si sapeva. Che fosse forte, già lo si era capito. Quand però il ragazzo, appena qualche giorno fa, ha retto brillantemente il confronto con degli avversari tra i migliori al mondo nel loro ruolo, si è capita una cosa: è pronto per il salto in una big europea. E l’asta è inevitabilmente partita.

Todd Boehly in tribuna
Todd Boehly © LaPresse

Tra le pretendenti per il classe 2003, che ha già un valore di mercato pari ad 80 milioni di euro, ci sono Real Madrid, Liverpool e Manchester United. Oltre ovviamente al Chelsea di Todd Boehly, desideroso di riportare il club ai fasti più scintillanti degl ultimi anni. Il club londinese, che parallelamente non smette di inseguire il sogno Rafael Leao, è disposto a soddidfare la richiesta economica del Borussia Dortmund, club che detiene la proprietà del cartellino, che chiede 100 milioni per il suo gioiello. L’eventuale fumata bianca dell’affare potrebbe dischiudere un interessante opportunità per la Juventus.

Chelsea all’assalto di Bellingham, via libera Juve per Kanté e Jorginho

Jude Bellingham applaude
Jude Bellingham © LaPresse

L’oggetto del desiderio di mezza Europa è Jude Bellingham, cristallino talento britannico in forza ai gialloneri della Ruhr. La voglia di riportare a casa uno dei gioielli della nuova generazione inglese sta spingendo le big della Premier ad una corsa frenetica per accaparrarsi le sue prestazioni. Il Chelsea, come detto, non si tira indietro. Se dovesse riuscire nel colpo, il club londiense libererebbe certamente almeno uno tra N’Golo Kanté e Jorginho, entrambi nel mirino della Juve.

È soprattutto intorno all’instancabile motorino francese che però si concentrerebbe l’interesse dei bianconeri. Già in qualche modo ‘agevolata’ dal contratto in scadenza a giugno 2023 – e per ora non oggetto di rinnovo – la Juve potrebbe pensare addirittura ad un arrivo anticipato del transalpino, qualora i Blues affondassero il colpo su Bellingham prima di Natale. In alternativa, c’e sempre l’opzione Jorginho, anch’egli non esattamente in cima alle preferenze del nuovo tecnico Graham Potter.