Bufera in Serie A, se non vince se ne va

E’ un periodo burrascoso per molte squadre in questo settembre che ha visto crollare molte certezze un po’ per tutti. 

Tra agosto e settembre è successo di tutto. Partendo dall’Inter di Inzaghi che ha preso schiaffi da Lazio, Milan e Bayern, passando per la Roma che rimedia un poker in casa dell’Udinese.

La Lazio passa un brutto momento
Luis Alberto, Milinkovic, Gila @LaPresse

A queste vanno aggiunte la Juventus, che tra Salernitana e partite di Champions rimedia un solo punto e in ultimo la Lazio, reduce da una “manita” che ancora brucia sulle guance di tifosi e staff. Ecco che a seguito di queste vicende cominciano a venir meno le certezze di un mercato estivo tutto sommato movimentato un po’ per tutte le squadre. Allegri è stato al centro delle polemiche per la sconfitta contro il Benfica e per il caso Di Maria, ma c’è chi in questo momento se la passa molto peggio.

Il Messaggero: “Stavolta non è un bluff, può andarsene”

Sarri ragiona sul suo futuro
Maurizio Sarri @LaPresse

Al termine della gara contro il Midtjylland conclusasi sul 5-1, Maurizio Sarri ha usato parole preoccupanti: “Se il problema sono io, sono pronto a fare un passo indietro. Se è un giocatore allora va venduto“.  Secondo il quotidiano romano il Comandante sta meditando seriamente l’addio in caso di un’altra sconfitta, ma il problema non sono solo i risultati. Infatti quello che preoccupa il mister nato a Napoli è soprattutto l’aspetto psicologico: sono passati 14 mesi dal suo ingaggio e la Lazio soffre ancora di questi blackout. Basti pensare alle sberle prese lo scorso anno contro Verona, Bologna e Milan in Coppa Italia per fare il paragone con quanto successo in Danimarca. La partita di Cremona diventa fondamentale per la Lazio e per Sarri, che però si è assunto le proprie responsabilità senza mezzi termini. Anche se a conti fatti nel girone di Europa League le squadre si attestano tutte a 3 punti, una disfatta simile rischia di avere ripercussioni mentali pesanti. Contro la Cremonese è ammesso un solo risultato, altrimenti Maurizio Sarri potrebbe davvero decidere di lasciare, nonostante Claudio Lotito sia stato perentorio nel dire che Sarri “Resta”. Sandro Sabatini (Radiosei) invece si focalizza sul “germe” tirato fuori da Sarri nel post partita di Europa League:Sarri sta facendo delle dichiarazioni gravissime. Chi è che rema contro? se c’è qualcuno che lo fa, devi metterlo fuori rosa“. Insomma, se davvero c’è un germe nello spogliatoio la cosa è preoccupante e siamo solo a inizio stagione.