Arnautovic non tradisce Mihajlovic: la risposta sulla classifica marcatori

Marko Arnautovic ha parlato del suo magico inizio di stagione e del suo rapporto con Mihajlovic, esonerato pochi giorni fa

La stagione di Marko Arnautovic è iniziata in modo straordinario: dopo appena 7 giornate di campionato, l’attaccante austriaco comanda la classifica cannonieri con 6 gol.

Arnautovic intervista
Marko Arnautovic ©LaPresse

A seguire Immobile con 5 reti e Vlahovic con 4, accompagnato da Koopmeiners. Arnautovic è l’autentico trascinatore del Bologna e, diversamente dall’anno scorso, è partito subito a razzo. Adesso è in ritiro con la propria nazionale, l’Austria, e ha parlato alla ‘Gazzetta dello Sport’, analizzando il suo inizio di stagione ma anche il rammarico per la separazione con Mihajlovic. Di seguito l’intervista dell’attaccante del Bologna.

Arnautovic su Mihajlovic: “Molto più che un allenatore”

“La classifica cannonieri non mi interessa, ma di certo non posso essere scontento per aver segnato sei dei sette gol del Bologna. In primis io penso sempre alla squadra e sei punti in sette partite non sono un gran bilancio. Sul campo dobbiamo dimostrare altro, le nostre ambizioni sono superiori. Siamo stati sfortunati, contro la Lazio se non restiamo anche noi in 10 così presto alla fine vinciamo. Abbiamo sprecato troppe occasioni da gol in questa prima parte di stagione. Non so quale sia il problema, non faccio l’allenatore e non mi lamenterò pubblicamente della squadra oppure dei singoli giocatori, vinciamo e perdiamo insieme”.

Marko Arnautovic e Mihajlovic
Mihajlovic e Arnautovic ©LaPresse

Poi l’elogio a Mihajlovic: “Il suo addio è stato un momento molto amaro per me. Avevo un rapporto diverso con lui, non era solo il mio allenatore ma anche un amico, direi quasi un fratello maggiore. Come squadra abbiamo vissuto gli ultimi mesi al suo fianco, abbiamo sofferto con lui, ma la vita va avanti. Spero che le cose per Sinisa vadano meglio e che possa tornare ad essere quello di prima”.