Calciomercato Juventus, Pastorello: “Non ho dubbi su Arthur”

Dopo un mese di campionato è già ora di trarre i primi bilanci sui giocatori in prestito. Pastorello ha detto la sua su Arthur, in prestito al Liverpool

Intercettato al Social Football Summit, Federico Pastorello è intervenuto in esclusiva per calciomercato.it rilasciando alcune dichiarazione sul suo assistito Arthur.

Federico Pastorello su Arthur
Federico Pastorello ©LaPresse

Il brasiliano infatti ha raggiunto Klopp a Liverpool proprio durante l’ultimo giorno di calciomercato estivo. Le sue condizioni non erano ottimali e il trasferimento in prestito all’ultimo respiro non ha certo facilitato la sua integrazione negli schemi del mister tedesco. Di mezzo poi c’è stata anche un’operazione che ha indubbiamente rallentato il suo recupero, tanto da relegarlo ai margini nei piani di Allegri.

Pastorello: “Arthur ha recuperato…”

Arthur recupera la condizione
Arthur ©LaPresse

Pastorello ha dapprima fatto un paragone tra il campionato inglese e quello italiano a livello agonistico: “La differenza fra Inghilterra e Italia sotto questo aspetto è enorme, quindi c’era questa necessità di recuperare il gap fisico rispetto ai compagni.”. Infatti il ragazzo ha dovuto lavorare duramente per rimettersi in linea con un campionato dove la condizione fisica conta molto ed – ora ha recuperato mettendosi a completa disposizione dell’allenatore – prosegue Pastorello – quindi non ho alcun dubbio che farà molto bene con la maglia del Liverpool. Le condizioni del brasiliano non erano certo ottimali già lo scorso anno infatti secondo il suo agente: “Arthur ha giocato molto poco la scorsa stagione, ha poi subito un intervento, in programma a giugno, saltando quindi gran parte della preparazione.

Non era nei piani di Allegri, quindi non si ha potuto allenarsi con il resto della squadra, di conseguenza è plausibile che arrivando all’ultimo giorno in queste condizioni, dal suo punto di vista avesse bisogno di un extra lavoro”. Le parole in difesa di Arthur non potranno fare che piacere al  brasiliano, il quale intanto scalpita per poter tornare a giocare ad alti giri.