Spalletti categorico: “Simeone o Raspadori? Questa la mia decisione”

Le dichiarazioni del tecnico del Napoli, Luciano Spalletti, alla vigilia della sfida col Torino valevole per l’ottava giornata di campionato

Con qualche minuto di ritardo rispetto alla tabella di marcia pianificata negli scorsi giorni, Luciano Spalletti si è presentato in conferenza stampa con un mazzo di rose al seguito in tributo delle giovani vittime degli scontri con la polizia nei distretti iraniani.

Luciano Spalletti ©LaPresse

L’attenzione è poi passata subito sulle dichiarazioni del tecnico, il quale ha commentato anzitutto la situazione legata agli infortuni del Napoli e che ha colpito buona parte dei club internazionali: “A parte Lozano non abbiamo avuto problemi in questa sosta nazionali. Anzi, molti dei calciatori che abbiamo continuato a seguire anche da lontano hanno dato seguito alle indicazioni del club”.

Quindi Spalletti ha affermato: “Il percorso è lungo. Si tratta di una stagione particolare, è vero, ma non ho mai visto assegnare uno scudetto già ad ottobre. Tra i miei, non so dire chi è più funzionale in attacco tra Simeone o Raspadori: giocheranno entrambi, indipendentemente che siano 30 o 60 minuti. Dico solo una cosa: martedì avremo una partita importantissima con l’Ajax, non ha più senso parlare di titolari e panchinari”.

Spalletti non fa pronostici, Torino avversario insidioso

Luciano Spalletti ©LaPresse

“Ci sono tanti club attrezzati, ne conto almeno 7. Anche perché ci sarà come ogni anno l’outsider che creerà qualche fastidio, come lo è stata la Fiorentina. Riguardo al Torino, è sempre una squadra difficile da affrontare. Hanno il carattere di Juric, loro allenatore: uno che lascia sempre il segno, perché è un grande lavoratore”, ha aggiunto il tecnico.