Disfatta Juve con il Maccabi: cosa succede ora con Allegri

Per Allegri si mette veramente male dopo la sconfitta di stasera nella trasferta contro il Maccabi Haifa

La Juventus esce sconfitta per 2-0 dal campo del Maccabi Haifa e il destino di Allegri stavolta potrebbe essere seriamente in bilico. Gli israeliani hanno meritato la vittoria schiacciando la Juventus nella propria metà campo sin da subito.

Massimiliano Allegri rischia l'esonero
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Infatti è al 7′ che arriva il primo goal dei padroni di casa con Cornud che serve bene Atzili in area, il quale incorna infilando Szcesny all’angolino basso. Al 24′ l’infortunio di A. Di Maria sembra essere l’emblema di una serata cominciata male, infatti allegri è costretto a sostituirlo con Milik. Il VAR ha tanto da fare quando in ben due occasioni (al 31′ e al 41′) è chiamato ad analizzare due azioni sospette in area juventina, ma in entrambe le situazioni non viene concesso il rigore al Maccabi. Allegri non vede l’ora che il primo tempo termini, ma invece al 42′ arriva la doccia fredda, perché è ancora Atzili a punire l’estremo difensore juventino. Il primo tempo si chiude sul 2-0 con una Juventus che ha prodotto veramente poco.

Maccabi Haifa-Juventus 2-0: tabellino e marcatori

Vlahovic tenta il colpaccio
M.Haifa-Juventus ©LaPresse

Il secondo tempo si apre con una Juventus costretta a spingere sull’acceleratore, infatti l’unico tiro in porta del primo tempo non poteva bastare a impensierire i padroni di casa. Allegri sostituisce McKennie e Paredes con Kostic e Manuel Locatelli, tanto che le cose sembrano andare leggermente meglio per i bianconeri. Al 54′ Daniele Rugani tenta di battere l’estremo difensore del Maccabi Haifa con un colpo di testa indirizzato sotto al sette, tuttavia il tiro è troppo debole e viene bloccato. Come nella prima frazione di gioco, anche nel secondo tempo il VAR è chiamato agli straordinari quando al 68′ la Juventus pretende un calcio di rigore dopo che Cuadrado è finito in terra, ma a seguito del consulto la massima punizione viene negata.

La squadra di Allegri tenta di riprendere in mano la partita ma il Maccabi è bravo conservare il risultato. Anche se nel secondo tempo le statistiche parlano di una Juventus più propositiva, non si può dire che Allegri e la sua squadra abbiano fatto di tutto per vincere la partita. Comunque il merito va anche a un Maccabi che ha saputo aspettare le occasioni giuste per colpire.

MACCABI HAIFA-JUVENTUS 2-0

Atzili 7′, 42′

Gruppo H: PSG 7, Benfica 7, Juventus 3, M.Haifa 3