Ribaltone Conte-Juve, firma ad una condizione

Dopo un avvio di stagione disastroso per Massimiliano Allegri, il futuro alla Juventus si fa sempre più incerto, con la società che valuta possibili sostituti.

Tra Champions League e campionato, la Juventus di Massimiliano Allegri sta vivendo uno dei momenti più complicati della recente storia. Il futuro sulla panchina della vecchia signora del tecnico toscano appare sempre più in bilico. Nonostante la fiducia che il presidente Andrea Agnelli gli ha confermato nel post partita contro il Maccabi Haifa, la dirigenza sta cercando possibili sostituti per la prossima stagione. Un nome che stuzzica e non poco la dirigenza c’è, e proviene dalla Premier League.

La Juventus pensa a Conte per il post Allegri. Ostacolo Tottenham
Andrea Agnelli ©LaPresse

Stiamo parlando di Antonio Conte, che in questo momento si trova in Inghilterra alla guida del Tottenham. Il tecnico, che già ha allenato la Juventus dal 2011 al 2014 vincendo tre scudetti e due supercoppe italiane, sarebbe in cima alla lista dei desideri della dirigenza bianconera. Il problema più grande è il Tottenham che non vuole privarsi del mister pugliese, tanto che è pronta a discutere del rinnovo contrattuale.

Il Tottenham non vuole privarsi di Conte: pronto il rinnovo

La Juventus pensa a Conte per il post Allegri. Ostacolo Tottenham
Antonio Conte ©LaPresse

Come detto, gli spurs non hanno intenzione di privarsi del tecnico italiano. Dopo un avvio strepitoso in Premier League che li vede al terzo posto in classifica ed il primo posto nel girone di Champions League, la dirigenza del club londinese, stando a quanto riporta il quotidiano inglese ‘Daily Mail’, vuole sedersi intorno ad un tavolo per discutere il rinnovo. La società ha già un’opzione per estendere il contratto di ulteriori 12 mesi, ma vorrebbe offrirne uno più duraturo e con ritocco dello stipendio che, al momento, si aggiro sui 13 milioni di sterline.

Conte si prenderà sicuramente del tempo per riflettere sulla proposta che è in arrivo dal suo attuale club, valutando se sia il caso di continuare questo percorso. Il tecnico vorrà capire se il club potrà garantirgli una crescita costante prima di apporre la firma sul nuovo contratto. La costruzione di un progetto ambizioso e vincente sarà la conditio sine qua non per la firma. Visti i risultati maturati in questa prima parte di stagione, le premesse per andare avanti ci sono tutte. La Juventus resta vigile osservando tutti i possibili sviluppi, sperando in qualche incomprensione tra il tecnico e gli spurs. La cosa certa è che il preferito di una parte della dirigenza e dei tifosi per la successione di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera è Antonio Conte.