Non rinnova ma resta in Spagna: Inter e Milan beffate

Uno dei possibili obiettivi ‘a zero’ delle milanesi potrebbe restare in Spagna, tornando nel club che già lo aveva accolto

Arrivato alla corte di Xavi come uno degli ultimi colpi di un mercato estivo scintillante, il giocatore spagnolo ha il contratto in scadenza nel 2023. Il club blaugrana, che lo ha prelevato a titolo definitivo dall’Arsenal senza pagare alcun corrispettivo, non ha però intenzone di allungare il rapporto lavorativo. L’ex Gunner potrebbe verosimilmente andar via a parametro zero nel prossimo luglio. Oppure anticipare i tempi trasferendosi a gennaio in un club che già lo conosce bene.

Gerry Cardinale e Paolo Maldini
Gerry Cardinale e Paolo Maldini © LaPresse

La possibilità di intavolare una trattativa col calciatore libero da vincoli contrattuali aveva già ingolosito Inter e Milan, che sognavano il colpaccio da mettere a segno con l’arrivo dell’anno nuovo. Secondo quanto riferito da ‘Todofichajes.com‘ però, l’esterno iberico sembra destinato a tornare dove ha già lasciato ottimi ricordi.

Bellerin, addio Italia: tutto pronto per il ritorno al Betis

Hector Bellerin in azione
Hector Bellerin © LaPresse

Con sole due apparizioni in Liga, per un totale di 121′ sul terreno di gioco, Hector Bellerin non ha ancora dato una svolta alla sua esperienza blaugrana. Il tecnico Xavi evidentemente non lo ritiene (ancora) pronto per una maglia da titolare, e con queste premesse pensare ad un rinnovo di contratto appare davvero non realistico. Si dà il caso però, per fortuna del Barcellona, che un club della Primera Divisiòn spinge per il ritorno a casa del calciatore, già avuto alle proprie dipendenze nel 2021/22. L’affare potrebbe concretizzarsi, con buona pace delle milanesi, già nel mercato di gennaio.

Diverso il discorso se Bellerin dovesse restare a Barcellona fino a fine anno. A quel punto, dovendo ‘solamente’ sborsare del cash per l’ingaggio del laterale, Inter e Milan potrebbero tornare in corsa per il suo acquisto. Il 27enne nativo di Badalona potrebbe comunque preferire il ritorno al Betis, una piazza che lo riaccoglierebbe a braccia aperte-