HIGHLIGHTS | Doppio squillo per la Lazio: Atalanta beffata in casa

Nello scontro ai vertici della classifica hanno la meglio gli ospiti, slanciati da Zaccagni e un ispirato Felipe Anderson; l’Atalanta impatta sul muro avversario

Gara delicata, anzi delicatissima per entrambe le avversarie nella cornice tardo pomeridiana del ‘Gewiss Stadium’. Atalanta e Lazio si sfidano in uno scontro diretto che può valere il consolidamento della terza posizione in classifica, prima detenuta con grande abilità dai bergamaschi.

Atalanta-Lazio ©LaPresse

La gara si apre da subito con diverse occasioni da rete, tant’è che la più ghiotta giunge dopo appena dieci minuti di gioco su un’azione corale ad opera di Lazzari che cede il pallone a Pedro, con quest’ultimo che pesca al centro Zaccagni. È vantaggio Lazio! Da rimarcare la tentata risposta dell’Atalanta al minuto 24′, con Soppy che lancia Hateboer ma è nulla di fatto: colpo di testa alto sopra la traversa. Si chiude il primo tempo.

All’avvio della ripresa le squadre appaiono corroborate, ma i padroni di casa hanno avuto filo da torcere soprattutto in fase di ripartenza. Il muro della Lazio regge bene, anzi dalla buona difesa nasce il miglior attacco. Un lancio dalle retrovie pesca Marusic che dalla sinistra si insinua verso il centro e trova Felipe Anderson pronto per la battuta a rete, dopo un tocco con la suola preciso ed efficace per il tiro all’angolo. Ospiti sul 0-2. Nel finale nervi saldi per i padroni di casa, con Muriel che rimedia la seconda ammonizione e conseguente espulsione dopo un brutto fallo su Zaccagni al minuto ’90. I tre minuti di recupero non bastano e tutti sotto la doccia: buona prova per gli uomini di Sarri, questa volta Gasperini cede ai capitolini.

Atalanta-Lazio: tabellino, classifica e highlights

Felipe Anderson ©LaPresse

ATALANTA-LAZIO 0-2
10′ Zaccagni, 52′ Felipe Anderson

Classifica: Napoli 26, Milan 26, Lazio 24, Atalanta 24, Roma 22, Udinese 21, Inter 21, Juventus 19, Torino 14, Salernitana 13, Sassuolo 12, Empoli 11, Bologna 10, Fiorentina 10, Monza 10, Spezia 9, Lecce 8, Verona 5, Cremonese 4, Sampdoria 3.