Vittoria o esonero: Ancelotti è già pronto per il clamoroso ribaltone

Il tecnico del Real Madrid potrebbe non terminare la sua carriera da allenatore in Spagna, ecco l’intrigo che lo porterebbe in Sud America ma tutto dipende dalle sorti della squadra

Fresco di doppietta tra campionato de La Liga e Champions League, Carlo Ancelotti è ancora uno degli allenatori più vincenti di questa generazione del calcio mondiale. Al momento detiene il primato in campionato ed ha già portato il suo Real Madrid alla qualificazione per gli ottavi della massima competizione europea per club.

Carlo Ancelotti ©LaPresse

Il tecnico avrebbe però anticipato l’intenzione di terminare la sua carriera una volta concluso il rapporto lavorativo con i ‘Blancos’, senza dunque la possibilità di aggiungere qualche altro trofeo di prestigio nella sua personalissima bacheca. Almeno sulla carta. Stando a quanto rivelato dall’ex calciatore Ronaldo, già suo ‘allievo’ durante la permanenza al Milan, il tecnico italiano sarebbe la persona giusta a prendere le redini della Nazionale brasiliana qualora il mandato di Adenor Leonardo Bacchi – noto a tutti come ‘Tite‘ – finisse anzitempo. A determinare il futuro dell’attuale commissario tecnico della ‘Selecao’ sarà la vittoria o meno del prossimo Mondiale in Qatar.

Ronaldo non ha dubbi: Ancelotti ideale per la ‘Selecao’

Tite ©LaPresse

“Penso che un allenatore europeo possa realmente allenare questa Nazionale”, ha affermato Ronaldo. “Uno come Guardiola o Ancelotti potrebbe fare qualcosa di straordinario, persino cambiare la storia del calcio per come la conosciamo oggi”. Mossa epocale dunque, in caso di fallimento di Tite, per Ancelotti in un inedito scenario.