“È un obbligo”: Marotta allo scoperto su Skriniar

L’amministratore delegato dell’Inter, Giuseppe Marotta, ha parlato prima dell’inizio del match di Champions: nuovo annuncio su Skriniar

Serata cruciale per l’Inter targata Simone Inzaghi. I nerazzurri devono vincere per avere la certezza di eliminare subito il Barcellona dalla Champions League e centrare oggi l’obiettivo qualificazione agli ottavi di finale. Concentrazione massima: Lautaro e compagni sono letterlamente ad un passo dal prossimo step della massima competizione europea, ma il Viktoria Plzen non va assolutamente sottovalutato.

"È un obbligo": Marotta allo scoperto su Skriniar
Marotta a Sky

Poco prima del fischio d’inizio della gara, è intervenuto – ai microfoni di ‘Sky Sport’ – Giuseppe Marotta. L’amministratore delegato della ‘Beneamata’ si è così espresso, per cominciare, sul cammino europeo: “Sicuramente possiamo raggiungere un traguardo importante, che andrebbe a puntellare un percorso di consolidamento partito 3-4 anni fa. L’anno scorso abbiamo centrato la qualificazione e quest’anno vogliamo fare la stessa cosa“.

CRISI SUPERATA?Per prima cosa è stata fatta un’attenta analisi della situazione. Ci siamo resi conto del fatto che questo gruppo potesse riprendersi. È tornato ad avere un’anima, quella sicurezza per tornare agli standard dell’Inter“.

OTTAVI:Il nostro budget inferiore a quello del Barcellona? Non conosco il loro budget, ma posso dire che il nostro era molto prudente e deve essere sempre così. Le difficoltà erano aumentate dopo il sorteggio, ma stasera possiamo coronare un piccolo sogno“.

ESPERIENZA ALL’INTER:È bellissima. Dirigere una squadra così è il massimo per un dirigente sportivo. All’inizio c’erano tante difficoltà, ma fa parte del lavoro. Pian piano abbiamo risalito la china, consolidando il nostro posizionamento. Merito dei giocatori, degli allenatori e anche della proprietà e della società“.

Inter, Marotta sul rinnovo di Skriniar: “Non dipende dalla Champions”

"È un obbligo": Marotta allo scoperto su Skriniar
Skriniar © LaPresse

ZHANG:Gli piace molto il calcio, guarda tutte le partite europee anche col fuso orario. Nel frattempo, devo dire che è cresciuto nell’ambito dirigenziale. La sua presenza è importante e ci dà la carica per andare avanti“.

RINNOVO SKRINIAR:Se dipende dalla qualificazione agli ottavi di finale? No, questo no. Parliamo di due cose distinte. Abbiamo l’obbligo di sederci per discutere del rinnovo e il motivo è che lo merita. Spero che Skriniar diventi un punto di riferimento del club del presente e del futuro. Le trattative, però, si fanno in due, servono entrambe le parti in causa per trovare gli accordi. Io sono ottimista di natura, la speranza è di trovare una definizione il prima possibile“.