Fimmanò ridimensiona la Juventus: “Tredicesima in Premier”

Ai microfoni di TvPlay, è intervenuto l’avvocato e collaboratore del presidente della Salernitana Iervolino Francesco Fimmanò.

Nella trasmissione odierna di TvPlay su Twitch, l’avvocato Francesco Fimmanò, collaboratore del presidente della Salernitana Danilo Iervolino, ha parlato della Juventus esprimendosi sulla questione plusvalenze e sulle accuse di falso bilancio della società bianconera. Per quanto riguarda il bilancio, ha dichiarato che “Quello che mi preoccupa è che è la squadra con il maggiore fatturato e che rappresenta rispetto alla Premier League il fatturato della tredicesima società inglese. Questo significa che deve finire il dilettantismo delle governance”.

L'avvocato Fimmanò si è espresso sulle accuse alla Juventus
Francesco Fimmanò

Quando gli viene chiesto se la Juventus debba essere punita, ha affermato che “l’abuso del player trading viene fatto con intenzioni diverse. Se la Juventus merita di essere punita? Lo decideranno i giudici. Se si fa abuso di player trading bisogna vedere a cosa è finalizzato. Se è diretta a avere una situazione economica tale da potersi iscrivere al campionato senza la quale non ci sarebbe il presupposto è un conto. Se ha altri fini è un altro conto”

L’avvocato Francesco Fimmanò si è espresso anche riguardo alle plusvalenze

L'avvocato Fimmanò si è espresso sulle accuse alla Juventus
Andrea Agnelli ©LaPresse

l’avvocato Fimmanò ha concluso il proprio intervento toccando anche il tema relativo alle plusvalenze, dichiarando che “Sulla questione che riguarda le plusvalenze si è espresso il giudice e ha stigmatizzando la pratica. Ha detto “Bisogna dar seguito ad un intervento normativo” dando anche indicazioni su come risolvere la situazione. Poi vengono assolti perché non esistono ancoraggi per dire determinati cose”.