Cambia agente e firma con l’Inter: colpo di scena

L’Inter dovrà monitorare attentamente le situazioni dei rinnovi contrattuali: colpo di scena in casa nerazzurra, ora può rinnovare

Cambia velocemente il futuro del top player nerazzurro. Vicinissimo all’addio vista la scadenza di contratto nel giugno 2023: ora de Vrij potrebbe firmare il rinnovo contrattuale con il club nerazzurro.

marotta inter
marotta inter © LaPresse

L’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” ha svelato come l’ex difensore della Lazio sia vicinissimo al cambio di agente visto che il legame con l’agenzia di Mino Raiola e, in particolar modo ora con Rafaela Pimenta, è in scadenza:  Federico Pastorello potrebbe essere il nuovo procuratore del centrale nerazzurro, che è tornato a segnare contro la Sampdoria. Un clamoroso colpo di scena visto che lo stesso de Vrij è stato vicinissimo a nuove proposte in ottica futura. Idee suggestive in vista della prossima stagione con la possibilità di vederlo ancora in maglia nerazzurra.

Inter, rinnovo de Vrij: tutto può cambiare

de vrij
de vrij © LaPresse

Secondo “La Gazzetta dello Sport” lo stesso Pastorello avrà un incontro con la società nerazzurro per pensare anche ad un possibile rinnovo con l’Inter: il contratto di de Vrij è in scadenza nel prossimo 30 giugno. Così potrebbe esserci un rinnovo fino al 2024 o 2025 sempre con le stesse cifre, ossia a 4 milioni di euro netti a stagione. Il centrale olandese, dopo l’addio alla Lazio, si è trovato alla grande a Milano e cercherà così di trovare una nuova soluzione. Il suo futuro potrebbe essere ancora all’Inter per i prossimi anni per terminare una lunga carriera ricca di soddisfazioni personali e non solo. Nella difesa a tre con Antonio Conte si è esaltato alla grande proseguendo il suo percorso anche con Simone Inzaghi. Qualche problema muscolare l’ha bloccato per diverso tempo, ma ora è tornato più in forma che mai per dimostrare il suo vero valore. Il cambio di agente potrebbe così favorire il prolungamento contrattuale con la società nerazzurra, che ha creduto in lui dopo l’addio alla Lazio.