😨 Maldini accerchiato: due big di Serie A provano a beffare il Milan 👿

Il Milan di Stefano Pioli tiene nel mirino Noah Okafor, ma attenzione anche al possibile inserimento dell’Atalanta di Gasperini e della Roma di Mourinho: le ultimissime notizie di calciomercato in Serie A

Il Milan di Stefano Pioli, con la vittoria interna contro il Salisburgo, si è guadagnato l’accesso agli ottavi di finale di Champions League, un traguardo che mancava al Diavolo addirittura dalla stagione 2013/2014 quando in panchina si erano dati il cambio Massimiliano Allegri e Clarence Seedorf e in campo spiccava il ritorno in rossonero di Ricardo Kakà.

Milan, Maldini su Okafor
Paolo Maldini © LaPresse

Davanti c’era l’Atletico Madrid, astro nascente del calcio europeo, guidato dal Cholo Simeone. I Colchoneros, che in quell’annata avrebbero poi raggiunto la finale contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti, superarono agilmente l’ottavo contro un Milan decisamente in fase calante. Ora però è cambiato tutto. L’Atletico ad esempio è stato eliminato dalla Champions, mentre il Diavolo è ritornato agli ottavi ed è tornato ad essere vincente e ambizioso, anche in sede di calciomercato. Nell’ultima estate dei trasferimenti, il Milan ha puntato fortissimo su un giovane, Charles De Ketelaere. Il giocatore belga è stato pagato circa 35 milioni di euro e, finora, non sta rendendo al meglio, ma i rossoneri hanno deciso di continuare ad adottare questa linea verde atta a puntare sui talenti di maggior rilievo nel panorama europeo e uno di questi potrebbe essere Noah Okafor, attaccante proprio del Salisburgo.

Calciomercato Milan, obiettivo Okafor: occhio alla concorrenza

Il Milan di Stefano Pioli ha messo nel mirino Noah Okafor, valutato circa 20 milioni di euro, ma attenzione anche all’interesse di altri grandi club del campionato italiano di Serie A: stiamo parlando dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini e della Roma di Josè Mourinho. I nerazzurri, tornati al vertice in questa stagione, stanno cercando nuovi talenti all’estero, mentre la squadra giallorossa avrebbe bisogno di un attaccante in grado di raccordare il gioco, ma allo stesso tempo essere decisivo vicino alla porta, a differenza di ciò che sta accadendo a Tammy Abraham che, in quest’annata, sembra il lontano parente del bomber che abbiamo potuto ammirare lo scorso anno.