Un jolly Mondiale per Allegri: è una ‘tripla minaccia’

La Juventus arriva alla sosta Mondiale nel migliore dei modi, interrompendo così il momento più roseo della propria annata con sei succssi di fila in campionato. Ora è tempo di resettare e pensare al futuro tra gennaio e la prossima estate 

Si è concluso al meglio il 2022 della Juventus con la scossa che serviva ad un ambiente depresso e scoraggiato dopo una prima fase totalmente disastrosa. In campionato ora i bianconeri di Allegri hanno una striscia aperta di sei vittori consecutive e mantengono un distacco di 10 punti dal  Napoli primo con due punti da recuperare anche sul Milan che invece è secondo. Kean e soci provano quindi a mettere pressione su chi precede nel momento in cui il campionato verrà congelato per la sosta dovuta ai Mondiali in Qatar. Al rientro sarà tempo subito di fare di nuovo sul serio con annesso mercato di gennaio a poter sparigliare le carte. Intanto la dirigenza juventina lavora già sodo sia per quello che sarà il prossimo inverno che per quella che invece sarà la sessione estiva.

Calciomercato Juventus, il jolly giusto può essere Llorente: suggestione dall'Atletico Madrid
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Il futuro è da scrivere per la Juventus che tra gennaio e giugno dovrebbe provare a rinforzare alcuni reparti: dalla corsia di destra difensiva al centrocampo, dove il grande sogno resta Sergej Milinkovic-Savic, al netto della necessità da parte di Allegri di recuperare anche la miglior versione di Paul Pogba.

Calciomercato Juventus, il jolly giusto può essere Llorente: suggestione dall’Atletico Madrid

Calciomercato Juventus, il jolly giusto può essere Llorente: suggestione dall'Atletico Madrid
Llorente e Mendy ©LaPresse

Intanto un nome intrigante, più per l’estate che per gennaio, potrebbe essere anche Marcos Llorente. Nei giorni scorsi è stata registrata una mezza polemica relativa al tuttofare dell’Atletico, poi prontamente rientrata con un messaggio social. Ad ogni modo i ‘colchoneros’ stanno attraversando una stagione tutta da dimenticare, con distanza in campionato ed un’eliminazione prematura dalle coppe europee.

Senza un cambio di marcia la compagine di Simeone rischia pure il posto tra le prime quattro (oggi quinti in classifica) con annesse eventuali conseguenze anche di mercato. Non va escluso un addio, più in estate, dello stesso jolly spagnolo che può giocare tranquillamente in tre ruoli ricoprendo le posizioni di centrocampista, suo ruolo naturale, terzino destro, ed anche esterno destro a tutta fascia quando la squadra gioca con tre centrali. Una ‘tripla minaccia’ per le squadre avversarie che potrebbe andare a risolvere la prossima estate in un colpo solo più criticità della Juve. Il contratto che lega Llorente ai Colchoneros scadrà nel 2027 e servirebbero non meno di 40 milioni di euro, per un jolly che piace tanto anche al Liverpool.