Inzaghi stuzzicato: può riabbracciare il suo pupillo

Con la sosta dei campionati per via del mondiale in Qatar, le società possono finalmente pensare a programmare il mercato invernale.

I campionati hanno chiuso ufficialmente i battenti, con il mondiale che si appresta ad essere protagonista. Grazie a questa sosta, le società possono iniziare a programmare il proprio calciomercato, cercando calciatori in grado di potenziare ulteriormente la propria rosa. Ci sono club che si stanno già guardando intorno, e che sembrano aver trovato i profili giusti da provare ad inserire in squadra.

Inzaghi stuzzicato da Luis Alberto
Simone Inzaghi ©LaPresse

Una delle squadre più attive in questo senso è l’Inter, che vuole regalare qualche pedina a mister Inzaghi per provare a risalire la classifica. Grazie anche al passaggio del turno in Champions League, la dirigenza potrebbe mettere un tesoretto da investire proprio nella sessione che partirà tra poco meno di due mesi. Proprio per quanto riguarda gli acquisti, c’è un nome che stuzzica e non poco il tecnico piacentino.

Inzaghi pensa a Luis Alberto per rinforzare il centrocampo

Inzaghi stuzzicato da Luis Alberto
Luis Alberto ©LaPresse

Il calciatore a cui il tecnico sta pensando per rinforzare il proprio centrocampo è Luis Alberto. I due si conoscono alla perfezione, e questo potrebbe rappresentare un vantaggio nelle scelte del ragazzo, che ha più volte dichiarato di voler tornare al Siviglia. Il rapporto con Inzaghi, però, potrebbe portare lo spagnolo ad accettare l’Inter in caso di addio ai biancocelesti. Altro fattore molto importante riguarda il rapporto con Sarri, giunto ai minimi storici. L’allenatore toscano non lo ritiene un calciatore adatto al suo stile di gioco, e per questo non si opporrebbe ad una sua cessione, anzi, tutto il contrario. La Lazio, in caso l’Inter dovesse decidere di farsi avanti, potrebbe chiedere Asllani come contropartita, calciatore giovane e che piace molto a mister Sarri. La cosa certa è che l’avventura di Luis Alberto in biancoceleste è destinata a concludersi a gennaio.