Karsdorp in ottica Juventus, c’è lo scambio con la Roma

Novità importanti per quanto riguarda il futuro di Karsdorp, ormai pronto all’addio a gennaio dopo le polemiche con Mourinho: scambio con la Juventus

Karsdorp lascerà la Roma a gennaio dopo le varie polemiche delle ultime settimane in casa giallorossa con l’allenatore portoghese, Josè Mourinho. Quest’ultimo si è lamentato della scarsa professionalità da parte di un giocatore senza però fare il suo nome. Le varie indiscrezioni hanno portato a quello di Karsdorp, che ha lasciato anche la Capitale poco prima dell’ultima sfida di campionato contro il Torino prima della sosta Mondiale.

Karsdorp
Karsdorp ©LaPresse

Nelle ultime ore ci sarebbe  stato così l’accostamento del terzino olandese in ottica Juventus con uno scambio anche suggestivo con il centrale della Juventus, Daniele Rugani. Al momento l’idea sembra complicata visto l’alto ingaggio del difensore bianconero, ma resta un’idea percorribile per arrivare ad un centrale visto il possibile addio di Kumbulla, che vorrebbe giocare con maggiore continuità, cosa che non sta avvenendo nella compagine giallorossa.

Un’altra idea interessante in casa Juventus per provare così diversi colpi da urlo già a partire da gennaio per rinforzare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri. Karsdorp lascerà sicuramente la Roma nella sessione invernale di calciomercato dopo i problemi con Josè Mourinho.

Juventus, Karsdorp verso l’addio

rugani
rugani ©LaPresse

In questo modo la Roma starebbe pensando così a trattative importanti per ricavare scambi interessanti in ottica futura. Anche Kumbulla vorrebbe andar via per essere sempre più al centro del progetto visto che Mourinho non lo chiama in causa. A partire da gennaio ci saranno così numerosi colpi di scena con lo stesso allenatore portoghese che cambierà qualche elemento della rosa. Idee davvero tutte da scoprire nelle prossime settimane vista la lunga pausa Mondiale: in questo modo è possibile pensare a rinforzi di assoluto valore. Intuizioni da urlo per arrivare così a rose sempre più competitive per riuscire a puntellare i reparti che ne hanno più bisogno.