Morata torna in Serie A, ma prima va piazzato un altro bomber

Il Milan di Stefano Pioli avrebbe messo nel mirino Alvaro Morata, ex attaccante della Juventus, ma prima va deciso il futuro di Origi a Milano: le ultimissime notizie di calciomercato in Serie A

Milan sulle tracce di Morata
Alvaro Morata ©LaPresse

Il Milan di Stefano Pioli, non senza difficoltà, è arrivato alla sosta senza accumulare più sconfitte dopo il tonfo esterno in casa del Torino di Ivan Juric. I rossoneri infatti, nel match contro lo Spezia, sono riusciti ad imporsi con il gol di Olivier Giroud in acrobazia nel finale, poi è arrivato il pareggio, assai deludente, a Cremona con la squadra di Alvini e, infine, la vittoria, anch’essa rocambolesca come contro i liguri, nei minuti di recupero con di fronte la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Insomma, benedetta sosta per il Milan di Pioli che può ricaricare le batterie, ritrovare elementi chiave della rosa, uno su tutti Mike Maignan fra i pali, e pensare al rush finale del campionato italiano di Serie A del quale mancano ancora 23 giornate e il Diavolo, campione in carica, si trova già ad otto punti di svantaggio dalla capolista Napoli. Gli azzurri vanno ad un ritmo diverso in questa stagione e nessuna delle grandi è riuscita finora a stare al passo, ma con la finestra di calciomercato invernale in concomitanza le cose potrebbero cambiare.

Calciomercato Milan, svolta in attacco per Pioli

In attacco il Milan potrebbe sparigliare le carte. Nel mirino dei rossoneri sarebbe infatti finito il nome di Alvaro Morata. Il centravanti spagnolo, ex anche della Juventus e attualmente in forza all’Atletico Madrid, potrebbe voler tornare in Italia e il Diavolo è a caccia di un attaccante che possa aiutare Giroud nel compito di fare gol. C’è però un nodo da sciogliere e si chiama: Divock Origi. L’attaccante belga, arrivato in estate, non sta convincendo e, per arrivare a Morata, il Milan dovrebbe riuscire a piazzare l’ex Liverpool in un altro club, magari alla Lazio di Maurizio Sarri ancora priva di un vice-Immobile, la cui è assenza è stata molto pesante soprattutto nella trasferta dei biancocelesti a Torino.