Tutta ‘colpa’ di Ronaldo: addio alla Juve da 100 milioni

Il Manchester United potrebbe mettere gli occhi su Dusan Vlahovic, centravanti della Juventus, soprattutto dopo la vicenda Ronaldo: le ultimissime notizie di calciomercato in Serie A

L’intervista di Cristiano Ronaldo, che oggi andrà in diretta per la sua seconda e conclusiva parte, ha scatenato un vero e proprio terremoto nel mondo Manchester United, ma, più in generale, in tutto il globo calcistico.

Juventus, 'colpa' di Ronaldo
Cristiano Ronaldo © LaPresse

L’asso portoghese, a pochissimi giorni dall’apertura del Mondiale in Qatar, ha sparato a zero contro il suo attuale club, i Red Devils, e lo staff, che comprende allenatore, dirigenza senza trascurare qualche vecchia gloria menzionata dal lusitano, come Wayne Rooney e Gary Neville. Insomma, un vero e proprio cataclisma ad Old Trafford che, inevitabilmente, porterà all’addio di Cristiano Ronaldo allo United già nella finestra di calciomercato invernale. L’ex giocatore del Real Madrid non può più restare dopo le parole rilasciate al noto giornalista Piers Morgan e i Red Devils, per sostituirlo, stanno valutando diversi profili. Nelle ultime ore si è parlato molto di Kylian Mbappe, stella della Francia e del PSG, il cui ingaggio con i parigini è però a cifre proibitive. E’ per questo che la società di Premier League potrebbe spostare la sua attenzione in Serie A, in particolare sulla Juventus e sul nome di Dusan Vlahovic.

Calciomercato Juventus, lo United su Vlahovic: tutti i dettagli

Secondo l’ultimo aggiornamento del CIES, osservatorio calcistico, il valore di Dusan Vlahovic ha raggiunto i 97 milioni di euro, molto vicino alla soglia simbolica dei 100. Il centravanti serbo, che in questa prima parte di stagione si è visto poco fra problemi fisici ed una Juventus che non decollava, potrebbe anche decidere di tentare un nuovo step nella sua carriera. E’ quello che spera il Manchester United pronto a mettere sul piatto, in caso di trattativa avviata, una cifra vicina ai 100 milioni di euro per il suo cartellino (soprattutto se dovesse disputare un mondiale da protagonista), numeri ai quali è molto difficile dire di no, soprattutto per le società italiane in questo momento storico.