U21, Italia-Germania 2-4: la doppietta di Cancellieri non basta

La doppietta di Cancellieri non basta all’Italia U21 per evitare la sconfitta in amichevole contro la Germania

Ad Ancona l’Italia U21 perde l’amichevole contro la Germania per 4-2, complici anche le due espulsioni di Cittadini e Bellanova.

Nicolato Italia U21
Paolo Nicolato Italia U21 ©LaPresse

Gli azzurrini perdono la seconda amichevole dopo quella contro l’Inghilterra e conquistano solo un punto in quella contro il Giappone. Una gara in salita per la squadra di Nicolato che subisce 3 gol, timbrati da Huseinbasic, Samardzic e Schade che tra il primo tempo e inizio ripresa mettono la partita più che in discesa. Gli azzurri commettono diversi errori difensivi che compromettono la partita ma mettono in campo grande orgoglio per riaprirla e tenerla in piedi.

Italia-Germania 2-4: due gol di Cancellieri e due espulsioni per gli azzurrini

Il grande protagonista degli azzurrini è Matteo Cancellieri che con una doppietta riapre la gara, dando speranze alla squadra di Nicolato. Il primo sulla sponda di testa di Bellanova, dove Cancellieri è bravo ad anticipare il diretto avversario con un tocco morbido e poi concludere bene al volo, bucando Atubolu. Il secondo lo realizza col sinistro di prima intenzione sul servizio rasoterra dalla sinistra di Quagliata: tiro secco e potente che si insacca in rete. Reazione da grande squadra, sulla scia dei due gol del gioiellino della Lazio. Le due espulsioni di Cittadini e Bellanova compromettono la rimonta e regalano il quarto gol alla Germania con Malone che su calcio di rigore batte Carnesecchi.

Cancellieri Italia U21
Matteo Cancellieri ©LaPresse

Nel finale il c.t Nicolato ha comunque esaltato la sua squadra per il carattere messo in campo, soffermandosi anche sulla prestazione di Cancellieri: “I ragazzi mi sono piaciuti e hanno affrontato avversari di grande livello. Cancellieri è stato bravissimo, mi è piaciuto molto come è entrato. Ha fatto un’ottima settimana di lavoro e ha pensato sempre a giocare a prescindere dal risultato”.