Maldini ha la carta vincente: così il Milan lo toglie a Sarri

Il mirino del Milan punta anche su un calciatore di proprietà della Lazio targata Sarri: Maldini ha una strategia per affondare il colpo

Nel complesso la prima parte di stagione del Milan è stata positiva. È vero che ci sono stati alcuni passi falsi tra Serie A e Champions League, però va detto che il Napoli ha spiazzato tutti rendendosi protagonista in positivo di un percorso letteralmente da incorniciare. Ecco spiegato il distacco di ben otto punti in classifica, ma ovviamente nulla è ancora perduto.

Maldini ha la carta vincente: così il Milan lo toglie a Sarri
Maldini © LaPresse

La squadra di Stefano Pioli rimane una seria candidata alla conquista dello Scudetto. Detto ciò, la rosa senza dubbio andrà sistemata/potenziata in futuro, non a caso la dirigenza lombarda – capitanata da Paolo Maldini e Frederic Massara – è sempre attiva sul fronte calciomercato alla ricerca di ghiotte occasioni. In tal senso, c’è la volontà di intervenire nel reparto offensivo e un profilo che stuzzica la fantasia del club di Via Aldo Rossi è quello di Felipe Anderson. L’attaccante di proprietà della Lazio può agire su tutto il fronte d’attacco: in assenza di bomber Ciro Immobile, Sarri lo ha utilizzato pure come falso nueve. Insomma, l’ex West Ham – 30 anni il prossmo 15 aprile – lo conosciamo bene.

Calciomercato, il Milan pensa a Felipe Anderson: ‘carta’ Saelemaekers

Maldini ha la carta vincente: così il Milan lo toglie a Sarri
Felipe Anderson © LaPresse

Si tratta di un calciatore dal rendimento altalenante, ma le sue qualità fuori dal comune non si discutono. Quando è in giornata gli avversari faticano parecchio a contenerlo. Potrebbe fare molto comodo al Milan, che studia già un’eventuale proposta da presentare alla società biancoceleste. Il contratto di Felipe Anderson è in scadenza giugno 2024 e la valutazione attuale si attesta intorno ai 20 milioni di euro. I rossoneri, dal canto loro, starebbero valutando l’inserimento nell’affare di Alexis Saelemaekers, il cui prezzo è simile a quello del brasiliano. Chissà che la carta in questione non possa rivelarsi vincente. Il Milan riflette.