Cinque mesi per Allegri: cessioni eccellenti e due top in caso di addio

Massimiliano Allegri vuole dimenticare in fretta la batosta di Napoli tornando a collezionare risultati positivi: cinque mesi per convincere

Il suo ritorno è stato accolto con entusiasmo, ma finora Allegri ha dovuto fare i conti con numerosi problemi in casa Juventus. Il club bianconero intende operare una vera e propria rivoluzione in estate tra acquisti e cessioni da urlo.  Questi mesi saranno importanti anche per l’allenatore livornese: soltanto attraverso i risultati, può sperare in una conferma da parte del nuovo Cda.

Allegri addio Juventus
Allegri © LaPresse

In caso contrario, come svelato dall’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” ci sarebbero già diversi profili interessanti per il post Allegri. Da una parte Zinedine Zidane, da tempo libero dopo i successi alla guida del Real Madrid. Lo stesso allenatore francese è stato accostato come ct della Nazionale per il post Deschamps, che ha invece rinnovato il suo legame con la Federazione transalpina. L’altra idea da urlo sarebbe quella di un possibile ritorno di Antonio Conte, attuale manager del Tottenham. Alla guida della compagine inglese, lo stesso tecnico salentino si è lamentato più volte di diversi aspetti del calcio della Premier League pensando così anche al possibile ritorno alla Juventus.

Juventus, il post Allegri è ancora poco chiaro

Proprio con lui si è aperto un ciclo vincente in bianconero riuscendo a conquistare i vari Scudetti in bacheca. Inoltre, la Juventus potrebbe fare i conti anche con diverse cessioni da urlo per ridurre le perdite che ci sono stati in questi anni.

Conte idea Juventus post Allegri
Conte © LaPresse

La Juventus ha come obiettivo la qualificazione alla prossima Champions per poi stupire tutti in questa stagione in Europa League. La compagine bianconera ha tutto le carte in regole per arrivare fino in fondo all’altra competizione europea dopo la cocente eliminazione da quella primaria. Novità importanti in base ai risultati che riuscirà a collezionare lo stesso Massimiliano Allegri con il suo futuro sempre in bilico.