Occasione Juve in diretta: “Prendi Giuntoli”, poi la rivelazione su Conte

L’ospite di TvPlay ha detto la sua sulla situazione dirigenziale della Juventus, prima di ammettere forza e prospettive di Milan, Napoli e Roma con il tecnico del Tottenham sullo sfondo dei giallorossi

La Juventus è una società importante. La tempesta è durata qualche settimana ed il lavoro di Allegri è stato notevole, non si poteva chiedere di più“, ha aperto Fabrizio Lucchesi, direttore generale del Monterosi Tuscia, ospite della diretta streaming sul canale Twitch ‘TvPlay‘.

Juve, Milan, Napoli e Roma: l'analisi di Lucchesi
Massimiliano Allegri – calciomercatonews.com

Sulla questione plusvalenze ci sono delle valutazioni in corso ed è tutto molto complesso. Perciò lasciamo giudicare a chi è stato preposto a farlo senza affrettarci nel dare giudizi personali. Il club verrà riorganizzato a livello dirigenziale e occorrerebbe un direttore sportivo di esperienza, anche internazionale. Non ci sono tanti profili adeguati alla Juve, in Italia sarebbero due o tre. Se proprio dovessi fare un nome suggerirei Giuntoli“, ha dichiarato Lucchesi senza peli sulla lingua.

 Non solo Juve: “Milan inferiore al Napoli” e un quadro sulla Roma

La sua attenzione è poi slittata sul confronto tra il Campione d’Italia uscente Milan e la potenziale vincitrice di questa edizione del campionato di Serie A, il Napoli. “Pioli non era un fenomeno nella passata stagione e non è bollito ora, credo che il Milan sia una buona squadra ma sia comunque inferiore al Napoli. La classifica del momento rappresenta, a mio avviso, in maniera attendibile i valori in campo“, ha aggiunto il direttore.

Juve, Milan, Napoli e Roma: l'analisi di Lucchesi
Mourinho e Allegri – calciomercatonews.com

La Roma, invece, fa fatica a pagare l’ingaggio di Mourinho. I grandi allenatori che chiedono un ingaggio importante devono avere alle spalle anche un progetto importante. Se va via lui credo che possa arrivare un profilo che voglia far crescere la società gradualmente, ma non credo possa mai arrivare un top della categoria come Conte“, ha infine concluso Lucchesi.