Mourinho e la “promessa” alla Roma: tifosi impazziti

Nel bene o nel male è sempre Josè Mourinho il protagonista della Roma, con una promessa ora che è analizzata dai tifosi giallorossi

Mourinho non si dà per vinto, vuole rilanciare la squadra e ha già puntato direttamente quello che sarà il suo obiettivo. C’è ancora tempo per rimettere le cose in sesto, serviranno però le intuizioni del tempo come ai tempi migliori.

Mourinho promessa alla Roma
Il tecnico portoghese alza il tiro in giallorosso (LaPresse) – calciomercatonews.com

La Roma vista in questo inizio di stagione è stata quasi bipolare, alternando prestazioni concrete ad altre dove la squadra è sbandata pericolosamente. In effetti, basti guardare al ruolino di marcia per accorgersene, facendo sei punti e nove gol negli ultimi due incontri casalinghi, e perdendo in mezzo rovinosamente sul campo del Genoa.

In tutto ciò, c’è un Josè Mourinho arguto, poco umile per sua stessa ammissione e che rilancia la sfida. L’ambiente si ricarica, le parole del tecnico diventano ora l’argomento virale tra i tifosi giallorossi.

Mourinho rilancia la sfida, cosa accadrà

Il tecnico portoghese è spesso accusato di egocentrismo, ma in questo caso si assume ben volentieri tutte le responsabilità. Sino a giugno, infatti, sarà l’allenatore della Roma e prenderà in mano tanti aspetti, ben sapendo come questa squadra può comunque fare qualcosa di importante. Come conferma il tecnico portoghese, la Roma può vincere l’Europa League, che diventa così l’obiettivo di stagione.

Mourinho tifosi Rom impazziti
Il portoghese punta tutto sulla Roma in Europa (LaPresse) – calciomercatonews.com

Svolta netta rispetto a quanto detto dalla dirigenza, intanto. Il piazzamento in Champions si potrà ottenere vincendo direttamente la seconda coppa europea, Mourinho ha parlato di aver già compiuto qualcosa di importante, tenendo il tiro a metà strada e affermando di aver vinto in giallorosso una coppa europea e mezza… Limitando così il raggio d’azione e citando, in altro modo, il fatto di aver raggiunto due finali nelle competizioni continentali. Così, con distanze già importanti, meglio puntare tutto o quasi sull’Europa.

La lotta scudetto, già a ottobre, ha tagliato fuori nettamente il gruppo giallorosso. Dieci sono i punti di distacco, ma la storia del campionato insegna come solo squadre abituate alla mischia della Serie A possono compiere tali miracoli e la Roma attuale è ben diversa da quella di Ranieri, tanto per citare una squadra che fece un filotto importante inseguendo, ma fallendo poi il traguardo a poche giornate dalla fine. Mourinho sa di non poter competere più di tanto in Serie A, ma in Europa la Roma può trionfare: ci mette la parola, vuole già ora un pubblico continentale.