Milan, tesoretto dalle cessioni: la rivoluzione firmata Giampaolo

Con Ceballos in entrata, il Milan pensa anche alle cessioni: da Kessie a Donnarumma e Suso, ecco chi potrebbe dire addio in estate

Milan Kessie Suso
Suso e Kessie (Getty Images)

Tra entrate e possibili uscite, prende forma il nuovo Milan targato Marco Giampaolo. Il club rossonero è da tempo sulle tracce dei rinforzi che si aggregheranno al gruppo del neo tecnico milanista nelle prossime settimane. Si lavora anche in uscita, con numerosi elementi che saluteranno Milanello in vista della stagione 2019/20. I possibili scenari di mercato in casa Milan: in bilico il futuro di Donnarumma, Kessie e Suso.

Leggi anche ——-> Juventus, Cuadrado ai saluti: Milan e Roma alla finestra

Milan, Ceballos in entrata? Tre pilastri possono dire addio

La rivoluzione rossonera partirà dalle cessioni, dopo i diversi addii a parametro zero (Bertolacci, Mauri, Abate, Zapata, Montolivo) ben tre pilastri sarebbero sacrificabili dalla dirigenza milanista. Il Milan non considera incedibili Donnarumma, Kessie e Suso le cui cessioni porterebbero denaro fresche nelle casse del club di Elliott. Il portiere classe ’99 piace al Psg ma la prima offerta del club francese viene considerata troppo bassa dai rossoneri. Pochi i 20 milioni cash più il cartellino di Areola, la dirigenza meneghina non scenderebbe sotto i 50 senza contropartite. Un affare tutt’altro che sfumato, con la ferma volontà del Milan di voler puntare sul duo Plizzari-Reina il prossimo anno. Discorso diverso per Suso, in scadenza nel 2022 e con una clausola di 38 milioni che faciliterebbe la cessione in estate.

Per tutte le ultime sul mercato del Milan CLICCA QUI

Dall’Atletico Madrid all’Arsenal, diverse squadre potrebbero farsi avanti nei prossimi mesi. Infine Franck Kessie, stimato dalle big di Premier League e che sarebbe sacrificato per almeno 35 milioni di euro. Una cifra considerevole vista la stagione altalenante dell’ivoriano, arrivato dall’Atalanta nell’estate 2017 per 28 milioni. Con queste cessioni ripartirebbe il progetto ‘giovane’ di Elliott: dopo Krunic e Theo Hernandez, è Ceballos il sogno in mediana. Un Milan giovane e di talento: è questa la speranza della società che affida a Giampaolo le speranze nella corsa al quarto posto.

S.C