Calciomercato Milan, Donnarumma-Perin-Reina: rebus portieri, tutti gli scenari

In casa Milan c’è da risolvere la questione portieri: se parte Donnarumma la dirigenza dovrà scegliere se acquistare Perin (o un altro giocatore) o puntare su Reina e Plizzari

Milan Perin
Perin, Donnarumma (Getty Images)

Il calciomercato del Milan è in fermento. Maldini e Massara sono al lavoro soprattutto per rinforzare il centrocampo: in pole c’è Veretout, per il quale si è creata una vera e propria telenovela con Roma e Napoli. Poi c’è in ballo la pista Ceballos del Real Madrid, che però è un nome decisamente più complicato da raggiungere. I rossoneri, però, devono fare i conti con una cassa non proprio ricchissima e molte delle entrate dipenderanno anche dalle cessioni. Kessie è il primo cedibile, ma anche Suso potrebbe essere sacrificato. Oltre a Gigio Donnarumma, che frutterebbe senza dubbio una plusvalenza record e porterebbe risorse importanti per il mercato. Ad ora il PSG è l’unica vera candidata, ma la trattativa è ancora in alto mare. Se dovesse partire il classe ’99, però, per il Milan si aprirebbe anche la questione portieri.

Leggi anche ——> Milan, mistero Donnarumma: rinnovo a sorpresa?

Calciomercato Milan, Perin se parte Donnarumma ma c’è l’opzione Reina

La possibile cessione di Donnarumma, verosimilmente al PSG, potrebbe portare al Milan circa 50 milioni di euro. Soldi freschi che verrebbero prontamente reinvestiti sul calciomercato, ma che chiaramente aprirebbero la questione relativa ai portieri. A questo punto i rossoneri dovranno valutare i vari scenari. Il primo è quello dell’arrivo di un altro estremo difensore: sul taccuino c’è da tempo Mattia Perin. Può essere una pista percorribilissima, anche perché la Roma si è chiamata fuori acquistando lo spagnolo Pau Lopez dal Betis per 30 milioni. E la Fiorentina potrebbe confermare Dragowski e poi riabbracciare Viviano. Il classe ’92 di Latina è in uscita dalla Juventus, con il ritorno di Buffon è scivolato praticamente a terzo portiere. Una situazione scomoda per tutti, i bianconeri hanno bisogno di cederlo e lo lascerebbero partire per una decina di milioni (sufficienti per evitare la minusvalenza), sarebbe un nome affidabile e già pronto. In questo caso Reina resterebbe a fare da vice, pronto a subentrare in caso di necessità. E Plizzari potrebbe rimanere come terzo, oppure partire in prestito lasciando il ruolo ad Antonio Donnarumma.

Per tutte le ultime notizie sul mercato del Milan CLICCA QUI

L’altro scenario, invece, non prevede l’arrivo di un altro portiere: il Milan potrebbe scegliere di dirottare l’intera somma della cessione di ‘Gigio’ per rinforzare gli altri reparti. In questo caso Pepe Reina, che anche a 37 anni ha dimostrato di essere in forma, sarebbe promosso a portiere titolare. Con Plizzari che al contrario potrebbe essere valorizzato e responsabilizzato con qualche partita in Coppa Italia. O potrebbe arrivare un altro giocatore più esperto per fare da secondo, magari in prestito. Di sicuro la mancanza dell’Europa League permette al Milan maggior libertà di movimento a livello numerico. Senza chiaramente escludere la possibilità di una permanenza da parte di Donnarumma, che potrebbe portare eventualmente alla sola cessione in prestito di Plizzari.

F.I.