Home News Juventus davanti, poi Napoli e Inter. Ecco la griglia della prossima Serie...

Juventus davanti, poi Napoli e Inter. Ecco la griglia della prossima Serie A

CONDIVIDI

A quattro giorni dall’inizio del campionato, la Juventus parte favorita anche quest’anno. Napoli e Inter sembrano più vicine 

Giorgio Chiellini Juventus (Getty Images)
Giorgio Chiellini Juventus (Getty Images)

La griglia di partenza della Serie A al via sabato prossimo vede ancora in testa la Juventus, con Napoli e Inter pronte a fermare il dominio della Vecchia Signora che dura ormai da 8 anni. De Ligt è il colpo grosso per la difesa bianconera, poi Demiral e Danilo. A centrocampo  Ramsey e Rabiot. In attesa di altri movimenti sul mercato, l’incognita potrebbe essere Sarri, al quale occorre tempo per trasferire ai giocatori la sua idea di calcio, radicalmente opposta a quella di Allegri. Nelle amichevoli finora disputate si sono evidenziate diverse criticità. Napoli e Inter sembrano le uniche in grado di competere con la Juventus  per il titolo. Secondo anno di Ancelotti per i partenopei, elemento significativo. Manolas e Koulibaly sono una delle coppie centrali più forti del campionato. In avanti Lozano è un ottimo rinforzo, se De Laurentiis ingaggiasse anche Icardi lo scudetto non sarebbe una chimera. Anche l’Inter di diritto si candida al ruolo di anti-Juventus. Innanzitutto per l’arrivo di Conte, pronto a dare battaglia alla sua ex squadra, di cui è stato simbolo da giocatore prima, da tecnico poi. Godin darà esperienza e mentalità vincente alla difesa. Lukaku e Sanchez formano una coppia d’attacco ben assortita. Manca forse un leader a centrocampo, per supportare i giovani Barella e Sensi.

Leggi anche – Juventus, l’agente di Miranda svela: “Ci sono contatti con il Marsiglia ma…”

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Per un posto Champions si profila una corsa a quattro

L’Atalanta ha cambiato poco ed è chiamata a confermare l’ultima stagione, in cui ha ottenuto una storica qualificazione alla Coppa più prestigiosa. La certezza si chiama Gasperini, la novità Muriel. Il Milan ha affidato la sua rivoluzione a Giampaolo. I rossoneri si affidano ai giovani e non sarà facile centrare il quarto posto, obiettivo anche della Roma per ritornare nell’Europa che conta. Il tecnico Fonseca ha dato una certa impronta ai giallorossi. La permanenza di Dzeko è un grande colpo, ma serve qualche rinforzo, soprattutto in difesa per sopperire alla partenza di Manolas. Lazio nel segno della continuità con Simone Inzaghi. Lazzari è l’esterno che serviva e se Milinkovic restasse, i bianconcelesti potrebbero essere favoriti in questo mini campionato. Come outsider occhio al Torino di Mazzarri.