Calciomercato, Gabriel Martinelli strega l’Europa: in Serie A ci pensano

Il brasiliano Gabriel Martinelli si è messo definitivamente in luce con la doppietta all’esordio europeo con la maglia dell’Arsenal, finendo nei radar dei club italiani

Gabriel Martinelli strega la Serie A
Gabriel Martinelli (Getty Images)

L’Europa League è diventata ormai una sorta di ‘talent’ dove molti giocatori, magari poco seguiti perché non fanno parte di club importanti, possono mettersi in mostra. Oppure i top club europei possono testare la crescita dei propri giovani, come accade spesso per le inglesi. Una tradizione che sta diventando importante per l’Arsenal, che ieri ha fatto conoscere all’Europa Gabriel Martinelli. Il giovanissimo brasiliano, nel giro di tre minuti, ha messo a segno una doppietta nella gara d’esordio in competizioni europee. Classe 2001, ha rubato gli occhi degli appassionati, ma anche degli osservatori di molte squadre europee.

Leggi anche —–> Calciomercato Milan, i rossoneri sfidano l’Inter per Giroud

Calciomercato Serie A, l’Arsenal si gode Gabriel Martinelli: la Serie A osserva

Gabriel Martinelli aveva cominciato la stagione esordendo in campionato con 6 minuti in campo contro il Newcastle ad agosto. Lo scorso 24 settembre il debutto da titolare in coppa contro il Nottingham Forest con tanto di doppietta, poi il classe 2001 si è ripetuto ieri contro lo Standard Liegi. In totale sono quindi 186 minuti stagionali e lo score recita 4 reti e 1 assist. Le italiane, dall’Inter alla Juventus passando per il Napoli e la Roma, stanno già osservando Gabriel Martinelli. Se continuerà così nelle prossime partite è facile pensare che qualche passo verrà mosso dalla Serie A. Al tempo stesso, però, si muoveranno anche dal resto d’Europa: un talento così precoce e prepotente ha già gli occhi addosso dei top club come Barcellona e Manchester City ma non solo.

Per tutte le ultime notizie di mercato CLICCA QUI!

Martinelli ha fatto vedere tanto in poco tempo, l’Arsenal se lo coccola dopo averlo scoperto e portato in Europa dall’Ituano. E’ giovanissimo, nato il 18 giugno del 2001, ha un destro delicato ma molto preciso e si muove con grande velocità, finte e dribbling. Può fare la punta, l’esterno o anche giocare in appoggio a un altro attaccante. Ha cominciato nel Corinthians a nove anni, nel futsal, fino ad arrivare all’esordio da professionista con la maglia dell’Ituano nel marzo 2018. Il Manchester United gli aveva fatto fare un provino, ma l’Arsenal è rimasto stregato ed è stato velocissimo. Ora ne raccoglie i frutti.

F.I.